breaking news

Lentini | Alfio Antico e la sua arte, conferenza-omaggio dell’Archeoclub sul cantautore lentinese

24 Settembre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Alfio Antico e la sua arte, conferenza-omaggio dell’Archeoclub sul cantautore lentinese
Cultura
0

L’atteso appuntamento in programma giovedì, alle 18.30, nell’aula consiliare. Al centro dell’incontro la tesi di laurea di Serena Fusillo.

Il pastore diventato cantautore. Originalissimo erede della tradizione musicale popolare, pastore diventato cantautore, il lentinese Alfio Antico canta da sempre la Sicilia, la sua terra, la sua anima, la sua isola, da dov’è partito e dove è ritornato. Tamburellista per antonomasia, percussionista annoverato tra i maggiori interpreti europei della tammorra, scoperto molti anni fa a Firenze da Eugenio Bennato, Alfio Antico ha collaborato con artisti di fama internazionale come Barra, De Piscopo, Dalla, De Andrè, Arbore, Capossela, Mannoia, Botto, Albertazzi, Scimeca e tanti altri.

“Il tamburo come scudo: Alfio Antico e la sua arte”. Un artista, dunque, di fama mondiale la cui opera e la cui figura saranno al centro di una conferenza-omaggio organizzata dall’Archeoclub, con il patrocinio del Comune, che si svolgerà giovedì, alle 18.30, nell’aula consiliare. Al centro della conferenza la tesi di laurea di Serena Fusillo dal titolo “Il tamburo come scudo: Alfio Antico e la sua arte”. Previsti gli interventi del sindaco Saverio Bosco, del presidente dell’Archeoclub Pippo Cosentino e dei prof. Antonio Di Silvestro e Riccardo Insolia. Sarà ovviamente presente anche Alfio Antico che proprio l’indomani, alle 22.30, si esibirà in un concerto a Villa Gorgia nell’ambito della Notte Bianca 2019.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com