breaking news

ANNO SCOLASTICO SENZA PROGRAMMAZIONE

11 Settembre 2010 | by Redazione Webmarte
ANNO SCOLASTICO SENZA PROGRAMMAZIONE
Attualità
0

Tanti i nodi da sciogliere alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico. Sull’argomento è intervenuto il consigliere comunale Fabio Rodante. Nonostante – commneta – sia stata trovata la via maestra e siano stati risolti i problemi legati alla convivenza coatta tra gli istituti Verga e Mazzini, ancora molto resta da fare per garantire agli istituti siracusani un corretto e funzionale inizio d’anno scolastico. La data del 16 settembre incombe. Dopo una interrogazione – continua Rodante – volta al censimento di tutte le classi degli istituti siracusani e alla ripartizione di queste agli istituti più affollati ma con capacità di portata limitata, c’è da prendere atto della mancanza di programmazione che ha vessato per tutto l’anno la politica scolastica aretusea. Istituti sottodimensionati che godono di spazi inutilizzati, il De Amicis in via Algeri lasciato in balia dei vandali, senza alcun presidio, e gli istituti maggiormente frequentati lasciati nell’impossibilità di ottenere classi a sufficienza nello stesso edificio. La polica di risoluzione dei contratti di locazione auspicata e realizzata dall’Amministrazione, deve essere attuata con razionalità. Liberato l’immobile di via Polibio – il cui contratto rappresentava il peso più oneroso per il comune – per quest’anno dovrà essere liberato ancora l’immobile in locazione di via Corsica, dove sono state dislocate negli anni scorsi quattro classi dell’Istituto Wojtyla. La carenza dei requisiti minimi di sicurezza rende necessario e non più rinviabile questo provvedimento. Le classi potranno essere reperite con un ultimo sforzo anche in via Torino, dove già l’istituto Wojtyla mantiene un presidio stabile in condominio con altri istituti. L’alternativa, solo in via temporanea, potrebbe essere quella di via Alcibiade, ormai nella disponibilità del comune per tutto il prossimo anno. Fatto sta che entro lunedì prossimo – conclude il consigliere comunale – dovrà essere convocata una nuova conferenza di servizi, per poter mettere la parola fine a questa querelle che lascia col fiato sospeso decine di famiglie, che alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico non sanno ancora dove dovranno accompagnare i loro figli. (pri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com