breaking news

ASILI NIDO, LA CGIL “SPARA” SUL COMUNE

ASILI NIDO, LA CGIL “SPARA” SUL COMUNE
Attualità
0

“L’annuncio di un aumento delle rette degli asili-nido del Comune di Siracusa non è un fulmine a ciel sereno, già da tempo è chiara la politica dell’amministrazione comunale che punta ad un aumento di rette, tariffe, tasse, senza alcun serio ragionamento sulla qualità dei servizi offerti”.E’ la presa di posizione della Cgil. “In particolare nel campo dei servizi alla persona – si legge in una nota del sindacato – assistiamo a un ridimensionamento dei livelli di assistenza, già molto scadenti in partenza: questo riguarda gli anziani, i disabili, l’infanzia, gli immigrati, le ragazze madri ( come dimostra la vicenda del Cirs),  mentre appare preoccupante la mancanza di ogni capacità di programmazione dell’amministrazione comunale nel settore dei servizi sociali”. Secondo la Cgil, la vicenda della 328 sarebbe emblematica in tal senso e “i tanti tavoli tematici  non hanno prodotto alcuna  proposta innovativa”. Palazzo Vermezi sarebbe inoltre incapace di intercettare risorse europee, predisponendo un’adeguata progettualità”. Il sindacato attende di conoscere  le scelte dell’amministrazione n tema di politiche socialiin sede di bilancio.La situazione attuale determinerebbe per l’organizzazione sindacale “un peggioramento delle condizioni di lavoro dei tanti operatori del settore, sia  di quelli pubblici, costretti a confrontarsi con un’utenza sempre più insoddisfatta, sia di quelli del privato sociale, che non hanno garanzie sufficienti di salario e di continuità occupazionale”. In particolare sulla vicenda delle rette degli asili nido, il sindacato ciede un incontro urgente con l’assessore comunale alle Politiche sociali, Salvo Castagnino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com