breaking news

Augusta| Acqua: l’Odissea continua e…..tela di Penelope non per mancanza di volontà ma?

30 Dicembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Acqua: l’Odissea continua e…..tela di Penelope non per mancanza di volontà ma?
Attualità
0

Il 2019 volge al termine, ma non si porterà via i disagi scaturiti dall’assenza di acqua potabile. Il liquido che sgorga dai rubinetti, allo stato attuale, è anche quello del pozzo della villa comunale, più limpido sì, ma non è ancora certo che sia potabile.

Sembrava tutto risolto, ma invece no. L’attivazione del pozzo privato, annunciata nei giorni scorsi, non ha ancora messo la parola fine all’emergenza. Non si sa, ad oggi, se l’acqua che sgorga dai rubinetti di Augusta isola sia potabile o meno. Con un nuovo messaggio su Telegram, si comunica che: “ il pozzo del cantiere navale Tringali funziona regolarmente. La condotta di rinforzo proveniente dalla Borgata, attualmente non garantisce la portata prevista a causa del motore di sollevamento. Alla riapertura dei fornitori si provvederà alla sostituzione.

Nelle more la portata mancante verrà garantita dal pozzo dei giardini pubblici, la cui acqua da parecchi giorni risulta essere notevolmente migliorata e a vista trasparente. Nei prossimi giorni compatibilmente con le feste di fine anno verranno effettuate le analisi all’acqua erogata al fine di verificare il rientro dei parametri ai valori di potabilità. Ci scusiamo per il disagio creato”. Nel messaggio precedente la seguente informazione: “sono in atto verifiche tecniche per migliorare e stabilizzare l’erogazione idrica che allo stato attuale si ritiene sia influenzata anche da una perdita occulta. Le squadre del servizio idrico sono al lavoro. Ci scusiamo per il disagio creato alla popolazione”.

Popolazione che, dunque, ancora deve patire. Dopo l’attivazione del pozzo dei cantieri Tringali infatti, comunicata, sempre tramite i canali informatici, l’acqua è risultata ancora torbida per un fenomeno fisiologico che avrebbe dovuto ridursi progressivamente. Invece no il problema ora e di diversa natura…. l’Odissea continua e la tela di Penelope non viene ultimata, non per mancanza di volontà, ma per imprevisti che forse una gestione più oculata del problema avrebbe potuto evitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com