breaking news

Augusta| Acqua non potabile e vietata all’uso umano: ordinanza sindacale

25 Ottobre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Acqua non potabile e vietata all’uso umano: ordinanza sindacale
Attualità
'
0

Un’ordinanza che vieta l’utilizzo dell’acqua del pozzo della villa comunale è stata emessa dal sindaco, Cettina Di Pietro, perché dalle analisi effettuate l’acqua risulta superare i limiti imposti  dal decreto legislativo 31/01. “Non è  un problema scaturito  dalla cattiva manutenzione, ma relativo alla falda acquifera, che potrebbe essere dovuto ai movimenti avvenuti sottoterra in seguito al sisma dei giorni scorsi” spiega il sindaco. Il Comune si sta attrezzando con un filtro che eliminerà le impurità.

I lavori di ispezione del pozzo comunale della villa si sono conclusi da 2 giorni, ma l’acqua non è tornata a sgorgare subito da tutti i rubinetti, la situazione si stava man mano normalizzando, ma resta poco limpido il prezioso liquido. Il Comune, dopo aver ricevuto una nota della società che si occupa dei controlli interni delle acque del civico acquedotto, ha emesso un’ordinanza di divieto di utilizzo dell’acqua del pozzo a uso potabile che riguarda le utenze del centro storico.

La società riferisce che l’acqua del pozzo dei giardini pubblici supera i limiti imposti dalla legge. Quindi niente utilizzo dell’acqua per usi potabili, sia come bevanda sia come incorporazione negli alimenti. L’’ordinanza urgente è stata firmata dal sindaco Cettina Di Pietro e consente da oggi e fino alla revoca dell’atto, di usare l’acqua che fuoriesce dal pozzo della villa esclusivamente per fini igienici. L’imposizione è stata dettata da una nota  ricevuta dal Comune  dalla società, che si occupa dei controlli interni delle acque dell’acquedotto “con la quale si consiglia – si legge nell’ordinanza – di non immettere in rete l’acqua del pozzo dei giardini pubblici come acqua destinata al consumo umano, in quanto vengono superati i limiti imposti dal decreto legislativo 31/01”.

Poco prima dell’emissione dell’ordinanza il consigliere comunale di Articolo Uno, Giancarlo Triberio  aveva chiesto la pubblicazione immediata delle analisi di laboratorio delle acque dell’acquedotto comunale sul sito istituzionale eseguite dalla ditta affidataria di questo servizio a tutela di tutti i cittadini e rese ancor più urgenti dopo il guasto e la riattivazione del pozzo che rifornisce il centro storico. “Non è  un problema scaturito  dalla cattiva manutenzione, ma relativo alla falda acquifera, che potrebbe essere dovuto ai movimenti avvenuti sottoterra in seguito al sisma dei giorni scorsi” spiega il sindaco, Cettina Di Pietro. “Il Comune si sta attrezzando con un filtro che eliminerà le impurità” fa sapere l’assessore ai Lavori pubblici, Roberta Suppo annunciando che prossimamente saranno effettuati interventi al  pozzo ripristinandone con una nuova camicia le caratteristiche principali.

I consiglieri comunali di Attiva Mente Biagio Tribulato e Angelo Pasqua chiedono per gli utenti dell’Isola da parte del Comune la fornitura immediata di acqua potabile tramite autobotte.  

 

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com