breaking news

Augusta | Addio a Giovanni: la bara al cielo e il saluto degli Ultras

Augusta | Addio a Giovanni: la bara al cielo e il saluto degli Ultras
Cronaca
'
1

Faceva parte degli Ultras del Palajonio che sulla sua bara hanno deposto una maglietta, Giovanni Rizzo, 40 anni, tragicamente scomparso ieri in seguito ad un incidente stradale. Questo pomeriggio le esequie in chiesa Madre. La messa è stata officiata dall’arciprete don Palmiro Prisutto e concelebrata da padre Francesco Trapani, parroco della chiesa di San Nicola di Brucoli.

Una bara sollevata al cielo e gli Ultras che gridano:  “Giovanni uno di noi, Giovanni è qua e canta per gli Ultras. Giovanni, uno di noi”. Questo pomeriggio dopo le esequie di Giovanni Rizzo, il quarantenne augustano, morto tragicamente ieri intorno alle 13,30 sulla ex SS 114 (che stava percorrendo a bordo di una Ford Focus), gli Ultras del Palajonio di cui faceva parte anche la vittima hanno atteso il feretro sul sagrato della chiesa Madre per dare l’ultimo saluto al loro amico scomparso. Sulla bara la maglietta dei tifosi organizzati della società sportiva. Giovanni Rizzo lascia la madre, una sorella e la campagna che viaggiava con lui sulla strada che lo ha condotto alla morte.

Con loro a bordo dell’auto c’era anche la figlia di 7 anni della donna. Entrambe hanno riportato ferite guaribili in alcuni giorni. Tanta la commozione di parenti, amici e conoscenti che hanno occupato tutti i posti disponibili nel duomo cittadino. Padre Palmiro Prisutto, nel sottolineare la fragilità di quella vita tanto preziosa, perché è un dono di Dio, ma che si può perdere da un momento all’altro, ha invitato i presenti a raccogliersi in preghiera stringendosi attorno ai cari dell’uomo prematuramente scomparso. Giovanni Rizzo aveva tanti amici e conoscenti che accoglieva ogni giorno col sorriso nella sua tabaccheria di via Principe Umberto e di cui allietava le serate con la sua attività di dj. in corso di accertamento le cause che hanno portato al violento impatto di un autocarro con l’automobile di cui era alla guida la vittima.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com