breaking news

Augusta | Amore sono un po’ incinta. Continua la rassegna “Teatro nel Cuore”

12 Gennaio 2023 | by Redazione Webmarte
Augusta | Amore sono un po’ incinta. Continua la rassegna “Teatro nel Cuore”
Spettacolo
'
0

Secondo appuntamento, il 27 gennaio, per la prestigiosa rassegna dalla mela cuorata “Teatro nel Cuore” organizzata al Teatro Città della Notte e prodotta dal Teatro Stabile di Augusta per la direzione artistica del regista e attore augustano Mauro Italia, coordinato da sempre dagli instancabili Pippo Zanti e Carla Baffo. Ritorna Marco Cavallaro sempre più divertente e ironico che mai.

L’idea di mettere al mondo un figlio può essere preoccupante, se non addirittura “terrorizzante” per una coppia. La società odierna pare non aiutare economicamente ed i giovani si sentono spesso inadeguati ad affrontare le responsabilità nei confronti di chi li ha procreati o cresciuti.

Se poi la “dolce attesa” arriva inaspettatamente, frutto di una notte durante la quale l’alcol ha annebbiato i pensieri, ma non i sensi, cosa può succedere?

Questo è l’antefatto che precede la nuova ed inedita commedia di Marco Cavallaro, “Amore sono un po’ incinta”: Maurizio, interpretato dallo stesso Cavallaro, meccanico quarantenne che sta cercando di superare da sei mesi la fine della sua ultima intensa storia d’amore –  durata ben due settimane – decide di accettare l’invito di un amico a passare la serata in discoteca con il collega amico Armandino personaggio di Guido Goitre.

Qui, annebbiato dall’alcol, incontra Sara Valerio nelle vesti di Roberta cooprotagonista, donna in carriera, convinta dall’amico Ugo magistralmente colorato da Marco Maria Della Vecchia, a distrarsi dal lavoro con un po’ di movimento e bollicine.

Uno sguardo tira l’altro e… i due finiscono per trascorrere una notte di sesso con qualche problema di “protezione”, senza neppure scambiarsi nome o numero di telefono.

Tanto, chi vuole rivedersi?

Un po’ di “ginnastica” senza pensieri e il ritorno alle proprie vite, il resto ricco di mille sorprese e risate sicure.

Oltre agli eccellenti attori del cast, è bello sottolineare le voci fuori campo date al personaggio della bambina dalla celebre Monica Ward doppiatrice di Lisa Simpson e Alessandro Campaiola doppiatore di Eren Jaeger.

Essenziale, ma d’impatto, l’allestimento, che sfrutta pannelli spostabili / apribili, chiudibili, grazie agli assistenti di palco o agli stessi attori, in modo da creare l’una o l’altra ambientazione: dall’officina alla casa di Roberta, dalla discoteca al bar fino alla sala parto.

Lo scorrere del tempo, nove interminabili mesi e non solo, è descritto anche grazie all’interpunzione musicale, da sempre fiore all’occhiello di Cavallaro, da “That’s amore” a “Se ti sposo mi rovino” spettacoli già proposti dal direttore artistico Mauro Italia nelle precedenti rassegne.

PubliRed a cura di Ileana Italia

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 373

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *