breaking news

Augusta| Ancora senza cibo per il teatro in attesa di un incontro con l’assessore

Augusta| Ancora senza cibo per il teatro in attesa di un incontro con l’assessore
Attualità
0

Prosegue lo sciopero della fame in attesa di un incontro con l’assessore ai Lavori pubblici, Roberta Suppo. Mangano e Aparo si asterranno dal cibarsi fino a quando non saranno convocati dall’amministratore, nonché vice sindaco, al quale oggi ufficialmente nella centralissima piazza di Augusta hanno chiesto un incontro tramite la manifestazione simbolica di protesta per sollecitare la riapertura del teatro comunale.

Un sit-in di simbolica protesta con l’esibizione di uno striscione che racconta la storia recente del teatro comunale con su scritto “L’umanità è il più bello degli spettacoli. Siamo ancora vivi” è stato inscenato stamattina in piazza Duomo a cura di Manuel Mangano, presidente nazionale di Bella Storia e coordinatore dei Giovani Democratici Augusta e di Ruben Aparo, studente liceale che continuano a non assumere cibo in attesa della riapertura del teatro comunale. Per i ragazzi che stanno attuando lo sciopero della fame si continua a rinviare la riapertura del teatro. “Da anni – dice Mangano – ascoltiamo annunci, giustificazioni. Augusta ha bisogno del suo teatro. Il Comune deve fornirci senza se e senza ma una data certa in cui sarà reso di nuovo fruibile. Restiamo in attesa di essere convocati dall’assessore che, finora ha mostrato disinteresse non solo verso la nostra protesta ma anche nei confronti della vicenda umana che vede due giovani attuare una forte iniziativa per il bene comune”.

Roberta Suppo

La struttura, così come annunciato nei giorni scorsi dall’assessore ai Lavori pubblici, Roberta Suppo, martedì è stata sottoposta a collaudo definitivo, risultato positivo, che è stato effettuato in presenza del responsabile  del settore Lavori pubblici, Carmelo Bramato, dell’assessore Suppo, di un tecnico incaricato dal Comune per il rilascio della Scia e dei titolari della ditta che ha eseguito gli interventi di adeguamento degli impianti antincendio, elettrico ed elettrogeno. La conclusione dei lavori non è sufficiente però a consentire la riapertura del teatro nei prossimi giorni, in quanto mancano piccoli interventi da effettuare all’interno dell’immobile situato nella cittadella degli studi e che, pertanto veniva in passato utilizzato anche come aula magna del Lico Mègara e del I Istituto comprensivo “Principe di Napoli”. Sono necessari dei ritocchi per ripristinare alcune parti della struttura danneggiate dagli atti vandalici, dalla stessa subiti nel lungo tempo in cui è rimasta chiusa per essere sottoposta a ristrutturazione.

Dall’assessore ai Lavori pubblici al momento solo silenzio riguardo alla posizione assunta dai due ragazzi le ultime dichiarazioni risalgono all’indomani dell’avvio del nuovo sciopero della fame attuato dai due ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com