breaking news

Augusta | Archeoclub: eventi a Megara Hyblaea e progetti, l’impegno di un’associazione che fa parte del terzo settore

Augusta | Archeoclub: eventi a Megara Hyblaea e progetti, l’impegno di un’associazione che fa parte del terzo settore
Attualità
'
0

Archeoclub  d’Italia Aps – Ets sede di Augusta collaborerà col parco archeologico Leontinoi per la gestione dell’Antiquarium di Megara Hyblaea ed ha donato, ufficialmente, al Comune un progetto di valorizzazione dell’ex cimitero di Brucoli. Di questo ed altro si è parlato, ieri, nel corso di una conferenza stampa, tenuta nella sede dell’associazione “Umberto I”.

Progettazione e programmazione. Su queste due linee si muove Archeoclub d’Italia Aps sede di Augusta, diventata associazione di promozione sociale ed ente del terzo settore, quindi titolata a collaborare fattivamente con enti ed istituzioni. E così farà col parco archeologico Leontinoi, in particolare per la gestione dell’Antiquarium di Megara Hyblaea che, nel prossimo futuro, sarà interessato da interventi di recupero e quindi verrà aperto al pubblico. Per l’’Antiquarium sono previsti interventi di sistemazione e un nuovo allestimento con un finanziamento di un milione 2 426 mila euro che comprendono anche la sistemazione dell’area della masseria Moncada e il miglioramento dei servizi nelle aree archeologiche di Leontinoi, Monte San Basilio, nel Museo Archeologico di Lentini. Antiquarium che, una volta aperto al pubblico sarà il biglietto di presentazione del sito archeologico di Megara Hyblaea. Allo stato attuale l’iter è giunto alla fase di progettazione.

Di questo e altro si è discusso nel corso di una conferenza stampa tenuta da Mariada Pansera, presidente di Archeoclub sede di Augusta, ieri sera, nella sede dell’associazione filantropica “Umberto I” messa a disposizione del suo presidente Mimmo Di Franco. Conferenza alla quale hanno preso parte il sindaco di Augusta, Giuseppe Di Mare e il direttore del Parco archeologico Leontinoi, Lorenzo Guzzardi. Archeoclub ha parlato del suo impegno che si concretizza, appunto, nella progettazione e nella programmazione ed ha donato al Comune un progetto di valorizzazione dell’ex cimitero di Brucoli al Comune. Progetto, redatto dall’architetto Giancarlo Zurzolo, che è stato ufficialmente “consegnato” al primo cittadino ed illustrato dall’architetto Salvo Carrà, ex vice presidente dell’associazione L’obiettivo del progetto è quello di recuperare il vecchio rudere della chiesa di Santa Maria degli Ammalati, sito in contrada Oliveto, ed il vecchio cimitero di Brucoli annesso per la successiva destinazione a museo legato al culto dei defunti in Sicilia.

Il direttore Guzzardi ha sottolineato l’importanza riservata a Megara Hyblea, nel tempo mortificata dall’attigua presenza delle industrie e pertanto non valorizzata come merita, confidando in un futuro diverso per l’area archeologica, l’unica di recente in Italia interessata dagli scavi. Una campagna di scavo, ricordiamo, che è ripartita lo scorso maggio, a distanza di qualche anno ed ha visto protagoniste l’Ècole Française de Rome e il Cnr. Il sindaco Giuseppe Di Mare ha ricevuto, con piacere, la progettazione evidenziando che, per il Comune è fondamentale avere un parco progetti corposo. Progetti in fase avanzata, se non esecutivi, che sono indispensabili per partecipare a bandi ai fini dell’ ottenimento di finanziamenti. Archeoclub concentra la sua attenzione anche sulla basica del Murgo di Agone, un bene culturale, poco noto ai più ma di inestimabile valore, che è nella disponibilità della famiglia Leonardi. Si tratta di importantissimo monumento svevo, la cui costruzione ebbe inizio intorno all’anno 1224 per volontà di Federico II. Anche se è un bene privato l’associazione confida nella sua riqualificazione.

Archeoclub da quanto è diventata ente del terzo settore si è dotata di un nuovo direttivo, di cui restano a fare parte Mariada Pansera e Ornella Spina, nei rispettivi ruoli di presidente e vice presidente, mentre i nuovi arrivati sono: Maria Blundo (tesoriere), Lucia Fichera (segretario), Piero Castro, Pina Romeo e Vincenzo Mallo (consiglieri). Il gruppo di tecnici che si mettono a disposizione di Archeoclub quando occorre lavorare su progetti di valorizzazione e recupero sono; Vincenzo Mallo (dottore in restauro e preservazione dei beni culturali), Stefania Serra (geologo che ha avuto un ruolo fondamentale nella questione riguardante il Castello svevo per Archeoclub nell’esposizione della propria posizioni), Carlo Vega  e Simona Sirugo (archeologi), Giancarlo Zurzolo e Giuliana Baffo (architetti). Nel campo dell’arte sono impegnati la vice presidente di Archeoclub Ornella Spina,(docente), e Piero Castro (studioso di storia patria) .

Archeoclub per il 10 luglio ha organizzato all’interno del sito di Megara Hyblaea, nell’area dell’Antiquarium, l’evento “La musica della Grecia antica: voci, strumenti e idee. Tra gli ospiti della serata Nikos Xanthoulis, musicista, studioso e performer della musica greco antica, Angelo Meriani, docente associato di lingua e letteratura greca e presidente del Moisa, Massimo Raffa, docente di latino e greco e studioso di musica greco antica, Angela Bellia, ricercatrice dell’Istituto di di scienze del patrimonio culturale. Il prossimo settembre Archeoclub si farà promotrice in collaborazione con Naxoslegge della seconda edizione dei Cantieri della memoria (la memoria del filo e la memoria del gusto). “Con la memoria del Gusto – spiega Pansera – intendiamo puntare l’attenzione sulla produzione del vino a partire da tempi antichi e della cannamela. In entrambi eventi sarà coinvolto il direttore del parco Leontinoi, Lorenzo Guzzardi. E per quanto concerne la produzione di cannamela conteremo anche sulla collaborazione del parco archeologico di Naxos Taormina perché nel palazzo di Schisò  di produceva la cannamela”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com