breaking news

Augusta | Asacom, il Comune non ha fatto mancare il servizio e lo incrementerà

19 Febbraio 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Asacom, il Comune non ha fatto mancare il servizio e lo incrementerà
Politica
'
0

L’Amministrazione comunale è impegnata a garantire il servizio Asacom (assistenza agli alunni diversamente abili nelle scuole) interamente finanziato dall’Ente locale. L’assessore Ombretta Tringali chiede scusa alle famiglie per la non ancora avvenuta erogazione delle ore previste dal Pei e bacchetta i consiglieri comunali di opposizione che hanno fatto, a suo dire, di una sensibile tematica oggetto di una evitabile azione politica.

L’assessore alle Politiche sociali e alla Pubblica Istruzione, Ombretta Tringali, anche a nome dell’Amministrazione comunale tutta, chiede scusa alle famiglie i cui figli diversamente abili che non usufruiscono totalmente delle ore di Asacom assegnate dal Pei. “Ma – dice – stiamo già lavorando alla redazione del bilancio di previsione 2022/2023 con un ulteriore incremento sulle somme da destinare a questo servizio”. L’assessore interviene in seguito alle interrogazioni sull’argomento presentate dai consiglieri di opposizione Giancarlo Triberio, Corrado Amato, Mariangela Birritteri, Milena Contento, Manuel Mangano e Pippo Gulino. “Ho appreso dalla stampa della nota di sei consiglieri comunali sono pronta a parlare in Aula delle interrogazioni di cui veniamo a sapere prima dai giornali che dagli atti ufficiali, a proposito di “modus operandi”, a testimonianza che a qualcuno interessa più ritagliare l’articolo sulla stampa che la sostanza” sottolinea Tringali.

A proposito dei contenuti delle affermazioni, l’assessore Tringali, ricorda loro quello che ha fatto l’Amministrazione Di Mare in solo un  anno e qualche mese e quello che stiamo programmando grazie al grande lavoro dell’ufficio politiche sociali. Il gruppo di lavoro operativo per l’inclusione assegna delle ore per il PEI ad ogni alunno avente diritto. “L’Amministrazione comunale (non solo la nostra e non solo per la nostra città) – spiega – il più delle volte per i motivi che di seguito spiegherò, si è trovata costretta, per motivi non imputabili all’Ente, a ridurre queste ore previste dal Pei, senza però effettuare alcuna condotta discriminatoria nei confronti di alcuno. Al contrario, l’Ente ha avuto cura di assicurare assoluta uguaglianza di trattamento, distribuendo il totale dei voucher a disposizione in maniera proporzionale al fabbisogno individuale certificato nei Pei.

Per rendere edotti i consiglieri che anche su queste tematiche sensibili fanno una evitabile azione politica, giova evidenziare che fin dall’anno scolastico 2019/20 il servizio di assistenza alla comunicazione veniva erogato con l’utilizzo di fondi regionali provenienti dalla programmazione dei cosiddetti Piani di Zona. Negli ultimi due anni (anche a causa dell’emergenza sanitaria) di fatto si è assistito alla mancata corresponsione di questa tipologia di fondi, a fronte del quale il Comune di Augusta si è tempestivamente attivato per riuscire ad assicurare comunque il servizio Asacom, che oggi risulta esclusivamente ed interamente finanziato da risorse comunali. Occorre ricordare a chi effettua esercizio di mera propaganda politica che l’ Amministrazione Di Mare ha portato nel bilancio 2021 lo stanziamento per i servizi Asacom da 80 mila euro (bilancio 2020)  a 200 mila euro (150+% bilancio 2021)”.

Inoltre, per completezza e correttezza dei dati l’assessore Tringali sottolinea che, nell’ultimo biennio (2020/2021 e 2021/2022) si è registrato un massiccio incremento del numero degli aventi diritto (da 78 beneficiari dell’anno scolastico  2020/2021 a 134 per l’anno 2021/22). “Ricordo ai consiglieri, che lo stanziamento nel bilancio si utilizza sulla base del censimento dell’anno precedente (2020/21 n. 102 aventi diritto; 2021/22 n. 134 aventi diritto). Appare evidente ad onor del vero che lo stesso stanziamento previsto dalla nostra Amministrazione nel Bilancio 2021 con un +150% di fondi assegnati sulla base dei dati dell’anno precedente, si è rivelato insufficiente a fronte della platea registrata per l’anno scolastico, in corso, con un incremento del 30% .

Le persone perbene e senza condizionamenti politici, sanno anche delle difficoltà generalizzate degli Enti Locali di  erogare puntualmente il servizio che, in alcuni casi, com’è noto, non viene fornito affatto. Noi chiediamo scusa alle famiglie che non usufruiscono totalmente delle ore assegnate, ma stiamo già lavorando alla redazione del bilancio di previsione 2022/2023 con un ulteriore incremento sulle somme da destinare a questo servizio. Anche da questo punto di vista, come per la mensa scolastica che abbiamo riportato alla gestione comunale – conclude l’assessore Ombretta Tringali – riusciremo a far tornare la nostra città normale, perché noi le promesse le manteniamo la storia dice che per che altri non è stato così”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *