breaking news

Augusta | Assoporto: bene l’iniziativa al lungomare Granatello. Si punti adesso a depurare le acque

Augusta | Assoporto: bene l’iniziativa al lungomare Granatello. Si punti adesso a depurare le acque
Attualità
'
0

Marina Noè: “Lanciamo un Sos perché si mettano in campo tutte le azioni necessarie a risolvere, una volta per tutte, l’annoso problema degli scarichi a mare. E’ ora di passare ai fatti e realizzare il depuratore”.

“Come Assoporto siamo stati felici di sposare e partecipare all’operazione “Nettuno” perché è un’iniziativa importante per la città per la manutenzione di una zona molto frequentata e amata dagli augustani, ma anche perchè crediamo molto nelle potenzialità del golfo Xiphonio e di tutte le grandi opportunità che potrebbe offrire una volta liberato dagli scarichi fognari che, purtroppo, esistono cosi come in tutto il resto della costa megarese. Per questo con forza lanciamo un Sos perché si mettano in campo tutte le azioni necessarie a risolvere, una volta per tutte, l’annoso problema degli scarichi a mare. E’ ora di passare ai fatti e realizzare il depuratore”. A dirlo è Marina Noè, presidente di Assoporto Augusta, associazione di operatori portuali che ha sostenuto in pieno l’iniziativa di Nuova Acropoli di riqualificare parte della ringhiera del lungomare Rossini-Granatello, contribuendo anche con manodopera specializzata che ha aiutato i volontari.    

 “Realizzare il tanto atteso depuratore porterebbe grandi benefici anche al golfo Xiphonio, una realtà che – prosegue Noè – i diportisti non solo augustani vivrebbero con moltissimo interesse perché nella costa catanese non ci sono aree dove poter ormeggiare senza problemi perchè lì prevale la spiaggia e mancano le insenature.

Pertanto il golfo depurato dagli scarichi fognari rappresenterebbe una grande ricchezza per i diportisti, ma anche per gli augustani che, come tanti anni fa potrebbe ritornare a scendere dalle proprie abitazioni con l’asciugamano sotto il braccio e rifare il bagno in acque pulite. Inoltre anche le abitazioni acquisirebbero un maggiore valore e magari potrebbero pure tornare a vedersi in mare le barche in legno con la cosiddetta vela latina, che 60 anni fa facevano la spola tra la Badiazza e il golfo con i turisti e bagnanti a bordo.

Sarebbe bellissimo – conclude la presidente dell’associazione – oltre che importante da un punto di vista turistico ripristinare questo servizio, anche per questo puntiamo sul golfo Xiphonio depurato come una delle opportunità che Augusta deve cogliere e su cui deve saper investire”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com