breaking news

Augusta| Assoporto chiede alla politica un patto di coesione a tutela degli interessi della comunità.

24 Ottobre 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Assoporto chiede alla politica un patto di coesione a tutela degli interessi della comunità.
Attualità
0

Assoporto invita i deputati regionali, nazionali, il senatore Giuseppe Pisani e il sindaco, Cettina Di Pietro a partecipare a un incontro per discutere delle questioni che riguardano il porto, lo sviluppo e l’economia del territorio che la politica, non cogliendo le occasioni che si presentano, potrebbe esporre a serio rischio.

L’associazione, che raggruppa gli operatori portuali, paventa l’esclusione dell’area industriale del siracusano dalle Zes e lo scippo per Augusta della sede dell’Autorità di sistema portuale del mare della Sicilia orientale. Per Marina Noè, presidente di Assoporto, che parla a nome di tutti gli associati: “è necessario che il territorio reagisca prima che sia troppo tardi”. Assoporto Augusta a distanza di circa 8 mesi dal primo incontro con la deputazione, ne organizza un altro tornando sugli argomenti sottoposti all’attenzione della politica, argomenti di quotidiana  burocrazia che provocano parecchi disagi alle attività delle aziende  del comparto portuale.

“Pare che la Regione Sicilia- – dichiara Marina Noè – si stia dotando di linee guida per la scelta dei territori in cui far ricadere le aree Zes. Il consulente dell’Adsp della Sicilia orientale avrebbe suggerito l’esclusione delle zone con vincoli ambientali che, di fatto, lascerebbero fuori le aree ricadenti nei territori di Augusta, Melilli, Priolo e parte di Siracusa. Ancora più preoccupanti – continua il presidente di Assoporto – le notizie apprese in queste settimane in riferimento al  “tentato scippo” della sede dell’Adsp della Sicilia orientale. Assoporto, nell’attesa del pronunciamento del Tar, previsto per i primi giorni di novembre, continua a porre la massima attenzione sul ripristino della legalità in riferimento al decreto Delrio che ordina il trasferimento della sede da Augusta a Catania.

In una recente conferenza stampa, che si è svolta a palazzo di città, abbiamo appreso che, per ragioni che ci sfuggono, il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli, sembrerebbe non interessato alla questione. Non ha dato mandato all’avvocatura dello Stato di presentare una nuova memoria che ribalti le posizioni assunte dal suo predecessore decidendo, di fatto, di lasciare che sia la magistratura a mettere la parola fine alla vicenda. I giudici del Tar, pertanto, si esprimeranno tenendo conto della posizione assunta dall’avvocatura secondo le volontà dell’allora ministro Delrio. Se l’attuale governo non ha condiviso la  decisione adottata dall’ex ministro non dovrebbe rimanere inerte, ma assumere con coraggio una scelta diversa, facendo predisporre apposita memoria difensiva, ovvero ritirando in autotutela, poiché non condiviso, il decreto del ministro Delrio”.

Per tutti questi motivi Assoporto per giorno 27 ha invitato i deputati regionali, nazionali, il senatore e il sindaco di Augusta all’incontro durante il quale, oltre agli argomenti indicati, proporrà altri punti che meritano un’analisi e profonde riflessioni. “Siamo sempre più convinti che le battaglie si combattano mettendo in campo tutte le forze disponibili. Non c’è più tempo, occorre definire al più presto un patto di coesione e sviluppo sociale a salvaguardia degli interessi della nostra comunità e per lo sviluppo dei nostri territori. Abbiamo necessità – conclude Marina Noè –  di avere risposte chiare da chi ci governa e prende decisioni in nome di un popolo che l’ ha eletto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com