breaking news

Augusta| Assoporto sullo spostamento della sede dell’Adsp da Augusta a Catania

3 Febbraio 2017 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Assoporto sullo spostamento della sede  dell’Adsp da Augusta a Catania
Sindacale
'
0

“La politica nazionale e regionale faccia la sua parte, fino in fondo, per evitare questo “esproprio istituzionale”.

qds-300x250bisAll’indomani dell’affollato Consiglio comunale di Augusta, che si è svolto giovedì sera, 2 Febbraio, a palazzo San Biagio per discutere di proposte e soluzioni per evitare l’ “esproprio istituzionale” con lo spostamento  della sede dell’Autorità di sistema portuale del Mare della Sicilia orientale da Augusta a Catania, “prendiamo atto della volontà comune della politica, delle parti sociali e degli operatori economici  di voler condurre questa battaglia fino alla fine. E ci aspettiamo – dice il presidente di Assoporto Augusta Marina Noè – tutti quegli atti consequenziali alle dichiarazioni rese in aula dalla Deputazione regionale e nazionale e dall’Assessore  regionale, Bruno Marziano. Riteniamo, infatti,  che in questa fase il ruolo  della politica nazionale e regionale sia fondamentale per impedire che si compia questo “scippo” ai danni di Augusta.

Come Assoporto abbiamo già avviato i nostri percorsi per arrivare ad una soluzione,   contattando un avvocato per impugnare il decreto del Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, sensibilizzando tutti sull’importanza che  la sede della Port Autority rimanga ad Augusta e condividendo il documento  approvato giovedì sera dal consiglio comunale. Abbiamo dichiarato e continuiamo a ribadire che saremo pronti e in prima fila in  qualunque battaglia a difesa del porto megarese e lunedì pomeriggio tornerà a  riunirsi il direttivo e martedì pomeriggio l’assemblea dei soci.

output_l2vs8d

Riteniamo, però – conclude Marina Noè – che ancora una volta in Sicilia si sia persa un’occasione per portare avanti, tutti insieme, lo sviluppo dell’area vasta della Sicilia Orientale, con il  porto di Augusta  che può rappresentare indubbiamente una grandissima opportunità per l’intera zona orientale. Al contrario, con questa fuga in avanti della politica catanese, ci si sta ancora una volta dividendo, mentre il resto dei porti di Italia procede spedito con la nuova riforma della portualità.

Il Ministro Delrio, il Presidente Crocetta e il Sindaco di Catania Bianco si stanno assumendo la responsabilità dell’immobilismo della portualità nella Sicilia orientale.

bloggif_57d1761565634

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com