breaking news

Augusta| Bilancio attività Società augustana di storia patria, che conta 470 soci

31 Dicembre 2019 | by Michele Accolla
Augusta| Bilancio attività Società augustana di storia patria, che conta 470 soci
Attualità
'
0

La  Società Augustana di Storia Patria traccia un bilancio di fine anno. Il 2019 ha visto il sodalizio particolarmente impegnato in progetti e attività, finalizzate a restituire dignità alla storia e alla tradizione della città.

Una realtà ad Augusta che, ad oggi, conta ben 470 soci tra fondatori, onorari, benemeriti e sostenitori. La Società augustana di storia patria che ormai si colloca tra le più qualificate Società che operano in Sicilia  ha ricevuto lusinghieri riconoscimenti culminati anche con la concessione dei loghi di prestigiose istituzioni locali, nazionali e perfino internazionali. Il presidente della Società augustana di storia patria, Giuseppe Carrabino, traccia un bilancio di fine anno. “Il nostro impegno ha un fine che non può che essere condiviso, quello di esaltare l’identità e professare la comune appartenenza alla stessa terra, una terra che merita di essere amata nonostante le tante difficoltà che sperimentiamo quotidianamente.

La mia forza – sottolinea Carrabino – è il vostro incoraggiamento che sfocia con continue adesioni a far parte di quella che ormai è fucina di idee e iniziative che trovano largo consenso anche in ambito accademico”. Il presidente esprime gratitudine innanzitutto i nei confronti dei suoi solerti collaboratori del consiglio direttivo, il vice presidente Salvatore Romano, la segretaria Carmela Mendola e tutti i componenti, Corrado Di Mauro, Fabio Granata, Gabriele Ragusa, Pinuccio Ramaci e Cristina Rossitto. Gratitudine espressa anche ai soci onorari per il prezioso contributo in termini di idee, suggerimenti e studi puntualmente offerti con conferenze o pubblicati sul nostro Bollettino. Un Bollettino che conta in soli due anni ben quattro numeri. Tra i soci benemeriti non possiamo non ricordare, oltre a singoli cittadini e famiglie, la Banca Agricola Popolare di Ragusa, la Esso Italiana Raffineria di Augusta, la Sonatrach Stabilimento di Augusta e l’Autorità Portuale di Augusta-Catania. tutti i soci sono stimolo a continuare con entusiasmo. L’anno che sta per concludersi segna anche il venir meno di alcuni soci: Mimmo Fruciano presidente del Tribunale del Malato; Marcello Guagliardo tenore di fama internazionale e Raffaele Caruso, già comandante di Marisicilia. A loro la nostra infinita gratitudine per l’amicizia, il sostegno e per il servizio reso alla città e alla nostra Società.

Elencare le attività proposte nel corso dell’anno è anche questo motivo di orgoglio, da gennaio a dicembre: conferenze, incontri, convegni, concorsi, premi, restauri, concerti, la seconda edizione del Festival della Storia Patria, nonché visite guidate e la celebrazione di importanti avvenimenti quale le giornate in onore dei fratelli Orso Mario e Epicarmo Corbino e la giornata nazionale del folklore sotto l’egida della presidenza del Consiglio. La pagina facebook riporta puntualmente il diario di un anno intenso di attività. Adesso ci aspetta un nuovo anno ricco di esaltanti sfide e la celebrazione di importanti avvenimenti. Il centenario della nascita del concittadino Max Corvo con il patrocinio dei servizi di intelligence statunitensi e promosso in collaborazione con i Comuni di Augusta e Melilli. Il centocinquantesimo anniversario dell’eclissi solare del 22 dicembre 1870 con un programma di appuntamenti che ha già ricevuto il logo del comitato nazionale per il bicentenario di Angelo Secchi e un evento in collaborazione con il giornalista Carmelo Miduri sul tema di una pagina inedita della storia locale del dopoguerra”.

Sarà presentato, inoltre, il primo numero della collana Scrinĭum che costituisce il catalogo alla mostra sul nostro concittadino fotografo Pietro Ronsisvalle con una raccolta di immagini e documenti di grande interesse storico e antropologico. Con il nuovo anno riprenderemo gli incontri di approfondimento culturale anche in collaborazione con le associazioni e gli Istituti scolastici di ogni ordine e grado della città, unitamente ai progetti Pon e le visite guidate. A conclusione di questa riflessione condivisa,  Giuseppe Carrabino augura un anno di prosperità; un anno che possa riservare il compimento di progetti e aspettative che ciascuno custodisce nel proprio cuore. Auguro infine – conclude – alla mia e nostra Augusta di risplendere nella sua identità con quel ricco patrimonio materiale e immateriale che merita di tornare ad essere luogo e luoghi di esaltazione, aggregazione e orgoglio di ogni singolo cittadino.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com