breaking news

Augusta | Carcere, il Sippe denuncia: “diritti del personale calpestati”

Augusta | Carcere, il Sippe denuncia: “diritti del personale calpestati”
Sindacale
'
0

Ennesima segnalazione da parte del Sippe al provveditore dell’Amministrazione penitenziaria. Oggetto della lamentela: le modalità di diniego dei diritti del personale. Sebastiano Bongiovanni, dirigente nazionale del sindacato chiede un tempestivo intervento.

Il Sippe chiede al Provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria un tempestivo intervento: “per ripristinare i livelli minimi di democrazia ed i diritti del personale di Polizia penitenziaria che opera nella casa di reclusione di Augusta,  che ogni giorno vengono puntualmente calpestati” dichiara il dirigente nazionale del sindacato Sebastiano Bongiovanni in una nota attraverso la quale stigmatizza le modalità di diniego dei diritti per il personale. “Per l’ennesima volta non possiamo esimersi dal metterla a conoscenza degli avvenimenti gravissimi che accadono nel carcere cdi Augusta” esordisce così il sindacalista nella missiva riferendo che: “Alcuni dipendenti hanno provveduto a fare una richiesta scritta inviata alla direzione via pec e via email, per chiedere dei giorni di congedo per importanti esigenze personali. La risposta di diniego è arrivata solo dopo il sollecito da parte degli agenti”.

Il dirigente nazionale del Sippe nella lettera inviata al provveditore ricorda che sia il Pil sottoscritto dalla maggioranza dei sindacati sia il Pil siglato da una sola organizzazione sindacale prevede che la direzione ha l’obbligo di fornire la risposta per iscritto almeno 48 ore prima del giorno richiesto, tutto ciò nel carcere di Augusta è solo utopia, quindi è facilmente intuibile la gravità dei fatti accaduti. I fatti indicano che è palese la violazione, poi se aggiungiamo che tra questi dipendenti ci sono pure due dirigenti sindacali del Sippe, gli avvenimenti appaiono ancora più gravi. Pertanto si ribadisce e si sottolinea la necessità di un immediato e tempestivo intervento”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *