breaking news

Augusta | “Caro sindaco le chiedo di sistemare il parco giochi” scrive Anna, 10 anni, al primo cittadino

Augusta | “Caro sindaco le chiedo di sistemare il parco giochi” scrive Anna, 10 anni, al primo cittadino
Attualità
'
0

Il parco giochi che si trova nella villa comunale è privo di un’altalena, rimossa mesi fa perché poco sicura e non ancora sostituita, e necessita del ripristino del tappeto antitrauma. Con una lettera aperta indirizzata al sindaco Giuseppe Di Mare, Anna, una bambina di 10 anni chiede la sistemazione dell’area.

Una lettera aperta per chiedere la sistemazione del parco giochi che insiste all’interno della villa comunale. Ad inviarla al sindaco Giuseppe Di Mare è stata Anna, una bambina di dieci anni. Quest’ultima, anche facendosi portavoce delle esigenze dei suoi coetanei e dei più piccoli, che trascorrono parte del loro tempo libero nell’area di svago dei giardini pubblici, invita il primo cittadino a dotare l’area di una nuova altalena e di ripristinare il tappetino anti trauma

“Caro sindaco, mi chiamo Anna, ho 10 anni e le sto scrivendo per chiederle due cose riguardanti la villa comunale, nello specifico il parco giochi. La prima cosa riguarda l’altalena, (quella per i più grandi). L’altalena era stata tolta un po’ di mesi fa perché non sicura, ma ho sentito da molti bambini augustani (tra cui io) diverse lamentele riguardanti le altalene che dopo tanto tempo non sono più state rimontate. Le chiedo perciò di rimontarla al più presto, perché ci sono molti bambini che le rivorrebbero. Un’altra cosa che le chiedo è di far sistemare il tappeto antitraumi. Le motivazioni per cui le chiedo questo è per motivi di sicurezza, perché qualcuno potrebbe inciampare e farsi male ed è difficile andarci con monopattini e pattini ecc. Le chiedo di sistemare il tutto al più presto”. Questo il testo integrale della lettera.

Lettera che ci ha fatto pervenire il padre di Anna, dopo aver condiviso le motivazioni che hanno indotto la giovanissima cittadina a rivolgersi al sindaco. “Mi sono confrontato mia figlia sul perché volesse pubblicarla e, visto che per lei come per gran parte dei bambini della sua età gli argomenti toccati significano molto in termini di qualità del tempo trascorso fuori, dopo averci riflettuto, ho deciso di assecondare questa sua voglia di esprimere un disagio che per la sua età rappresenta tanto, specie dopo più di due anni di pandemia che, a livello sociale hanno messo a dura prova i rapporti interpersonali, soprattutto tra i più piccoli” dice il cittadino augustano.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *