breaking news

Augusta | Casa rifugio in un bene confiscato alla mafia

Augusta | Casa rifugio in un bene confiscato alla mafia
Attualità
'
0

Sarà ricostruito per essere trasformato in una struttura rifugio per donne vittime di violenza e micro nido, il fabbricato che sorge all’interno del terreno sito nella baia di Arcile. Un bene confiscato alla mafia, da tempo acquisito dal Comune e rimasto inutilizzato.

Per le donne vittime di violenza sarà creata una casa rifugio in un bene confiscato alla mafia con un finanziamento di poco meno di 2 milioni e 500 mila euro ottenuto dal Comune. Lo fa sapere il sindaco Giuseppe Di Mare dicendosi orgoglioso di concludere l’anno con una così importante notizia. I fondi richiesti ed ottenuti dal Comune di Augusta serviranno per la riqualificazione e riconversione del fabbricato rurale che si trova nella Baia di Arcile,

“Chiudiamo il 2022 alla grande perché abbiamo ricevuto un altro finanziamento importante di 2.491.211,33 euro per il “progetto per la realizzazione di un centro antiviolenza con casa rifugio e micro nido” attraverso la demolizione e ricostruzione di un fabbricato esistente e la sistemazione parziale delle aree esterne presso Baia Arcile.  Un bene confiscato alla mafia abbandonato da decenni – dice il sindaco Di Mare – che non solo verrà riqualificato ma verrà destinato ad un’opera di alto valore umanitario e non solo simbolico. Questo è un progetto finanziato nell’ambito del Pnrr Missione 5 – Inclusione sociale e nello specifico per la valorizzazione dei beni confiscati alle mafie, finanziato dall’Unione Europea – NextGenerationEU. Grazie al grande lavoro di progettazione messo su dalla mia Amministrazione e dal team che mi collabora, con il valido sostegno dei dirigenti, del personale comunale e dell’assessore Rosario Sicari, la nostra Augusta continua a incassare finanziamenti per realizzare tutto ciò che non è stato fatto negli ultimi decenni”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 365

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *