breaking news

Augusta| Cgil: bilancio di fine anno con uno sguardo alle amministrative del 2020

29 Dicembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Cgil: bilancio di fine anno con uno sguardo alle amministrative del 2020
Sindacale
0

Consueta conferenza stampa di fine anno della Cgil con al centro dell’attenzione i problemi di Augusta e del territorio: depurazione, sanità, ambiente, precari e porto, senza dimenticare gli aspetti di vivibilità quotidiana e con rifermento al prossimo importante appuntamento elettorale che attende la città.

“Relazionare sui temi principali che affliggono il nostro territorio è un esercizio che, oserei dire, è divenuto ripetitivo. I problemi, oramai cronici, sono rimasti quelli degli anni passati. Si conferma l’incapacità delle amministrazioni di risolvere le questioni del nostro territorio”. Lo ha dichiarato Lorena Crisci, segretario della Camera del lavoro Cgil, venerdì pomeriggio, nella sede del sindacato di via Megara, durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno per tracciare un bilancio del 2019 ed esternare i propositi per il 2020.

Anche il segretario provinciale della Cgil, Roberto Alosi ha sottolineato la mancata soluzione dei problemi che affliggono il territorio incentrando il suo intervento sulla questione del lavoro. “L’anno che ci stiamo per lasciare alle spalle – ha detto Alosi – è stato difficile per chi il lavoro ce l’ha, per chi ha visto il proprio lavoro sminuito e aggredito per la precarietà, per chi il lavoro non l’ha incontrato ancora e per chi il lavoro l’ha perso”. Per il sindacalista è di fondamentale importanza non perdere la cultura del lavoro. “Augusta è il cuore pulsante per le politiche sanitarie e il risanamento ambientale. Non è più il tempo delle chiacchiere. Il 2020 – ha concluso Roberto Alosi – dovrà essere un anno di lotta, di rivendicazioni, sarà anche inevitabilmente anno di conflitto sociale, ma anche si proposta”.

E sempre in tema di lavoro e occupazione Lorena Crisci ha reso noto che ad Augusta i percettori del reddito di cittadinanza sono 890 e che questa ricetta non funziona perché non è servita a portare occupazione: “ed è ben lontana dalla nostra idea di lavoro” ha sottolineando ricordando che è sempre dilagante il fenomeno della disoccupazione e del lavoro nero in città. Dopo aver parlato di temi come la sanità, il depuratore, i precari comunali, l’ambiente e il porto, Lorena Crisci ha parlato delle elezioni amministrative che nel 2020 porteranno al rinnovo del Consiglio comunale e dell’elezione di un nuovo sindaco, con una nuova giunta.

“L’auspicio – aggiunge il segretario della Camera del Lavoro Cgil – è che la politica abbia un progetto, un’idea per il futuro di Augusta, che non sia quella di tirare a campare, ma di ridare dignità alla nostra comunità. E farlo risolvendo i problemi maggiori che riguardano sanità, depurazione, precari, petrolchimico, porto   ma non solo. Anche i problemi minori, non sono meno importanti, come per esempio quello di ripristinare gli sportelli Inps, Agenzia delle entrate, ma anche il miglioramento della situazione della viabilità e dei ponti, il recupero dei giardini pubblici, attualmente in abbandono, fondi da destinare per gli allacciamenti fognari definitivi di molte abitazioni di Monte Tauro, la realizzazione di impianti idrici che garantiscono la diponibilità dell’acqua potabile a tutti i cittadini”.

Lorena Crisci nel suo intervento ha esordito esprimendo gratitudine nei confronti del personale Innca e Caf: “per le attività dei servizi che questa Camera del lavoro ha saputo offrire alla cittadinanza a livelli sempre di eccellenza. Ha parlato anche:“delle attività svolte dal segretario dello Spi Cgil, Carmelo Lo Turco e degli altri compagni che hanno acceso costantemente l’attenzione sulle difficoltà che vive la popolazione anziana e dell’associazione Auser con in testa Enza D’Antoni che sempre di più raggiunge l’obiettivo di migliorare la qualità e la vita e il benessere degli anziani e dimostra che siamo capaci di donare il nostro tempo con passione e di essere solidali con le persone più deboli. Tra gli intervenuti ad assistere all’annuale consueto incontro, che il sindacato tiene durante le festività natalizie, si è alzata una voce che ha stigmatizzato l’assenza, oramai da troppo tempo in Augusta, di centri ricreativi per gli anziani in città mentre Enza D’Antoni ha fatto sapere che, la Federconsumatori difenderà i cittadini residenti in Augusta isola penalizzati, per oltre 2 mesi, dall’assenza di acqua potabile siano essi iscritti alla Cgil o all’Auser.

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com