breaking news

Augusta | Chirurgia e Muscatello avanti tutta

16 Dicembre 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Chirurgia e Muscatello avanti tutta
Sanità
'
0

“Sarà a breve realizzata, in convenzione con il Comune di Augusta, l’illuminazione che consentirà l’atterraggio degli elicotteri dell’elisoccorso anche durante le ore notturne”. lo ha annunciato il direttore sanitario dell’Asp di Siracusa, Salvatore Madonia durante l’incontro, svoltosi nei giorni scorsi nella sede dell’associazione “Umberto I”, presieduta da Mimmo Di Franco con il primario del reparto di Chirurgia del Muscatello, Antonino Trovatello che riavvia le riunioni dedite all’ospedale di Augusta, interrotte agli inizi del 2020 dall’emergenza Covid. Il primario ha riportato, tra l’altro, la casistica del reparto di Chirurgia dell’ospedale di Augusta negli ultimi 15 mesi, consistente in poco più di mille interventi

“Dopo la pandemia, con la riunione dedicata al reparto di Chirurgia dell’ospedale di Augusta, sono ricominciati gli incontri pubblici con medici delle Unità operative del Muscatello su tematiche sanitarie di interesse generale”, organizzati dall’associazione filantropica liberale Umberto I. Lo ha comunicato il presidente Mimmo Di Franco in apertura dell’incontro con il primario di Chirurgia Antonino Trovatello che si è svolto nei giorni scorsi l nella sede dell’associazione. Il sindaco di Augusta, Giuseppe Di Mare, intervenuto all’incontro, ha espresso gratitudine al direttore dell’Uoc Trovatello per il grande lavoro che svolge quotidianamente nel nosocomio megarese e per i brillanti risultati raggiunti. Ha evidenziato la notevole sintonia con il direttore sanitario aziendale Salvatore Madonia nelle scelte operate dall’Asp di Siracusa per il presidio ospedaliero di Augusta e si è detto grato a tutti i medici, agli infermieri ed al personale sanitario del Muscatello che negli ultimi due anni hanno lavorato in condizioni veramente difficili.  Il presidente del Consiglio comunale , Marco Stella, ha ribadito l’importante ruolo avuto dal primario di Trovatello nel rilancio del reparto di Chirurgia e la sintonia con i vertici dell’Azienda sanitaria provinciale.

“Sara a breve realizzata, in convenzione con il Comune di Augusta, l’illuminazione che consentirà l’atterraggio degli elicotteri dell’elisoccorso anche durante le ore notturne”. ha annunciato Salvatore Madonia, nel suo intervento. Ha evidenziato, poi, che a seguito della recente attivazione dei posti letto di riabilitazione, l’ospedale di Augusta dispone ora di 14 posti letto di Chirurgia; 18 di Medicina, 9 di Neurologia, 12 di Psichiatria, 6 di Medicina Riabilitativa, 12 di Cardiologia con Utic, 2 di Otorinolaringoiatria, 8 posti letto Day Hospital di Ematologia e 4 posti letto Day Hospital di Oncologia. Ha aggiunto che nell’ospedale è anche presente un importante Centro per la diagnosi di sclerosi multipla che in atto ha in cura circa 800 pazienti e che rappresenta il 3° Centro per attività in Sicilia. Il direttore sanitario dell’Asp ha fatto rilevare l’importanza del reparto di Oncoematologia, centro di riferimento per l’intera provincia di Siracusa per il quale l’Azienda ha previsto l’attivazione, nel 2023, dei posti letto ordinari. Il reparto, ha precisato, ha conseguito importanti risultati, avendo effettuato 150 biopsie osteomidollari, 400 prestazioni ambulatoriali mensili, 300 nuove diagnosi e curando 152 pazienti in terapia attiva in regime di Day Service e 124 pazienti ricoverati in regime di Day Hospital. Ha aggiunto che il Reparto è stato da poco più di un mese dotato di un citofluorimetro, importante strumentazione diagnostica.

Tra le numerose iniziative dell’Azienda per l’ospedale di Augusta, Madonia ha ricordato, inoltre, l’acquisto e l’attivazione della risonanza magnetica, di una nuova Tac, della centrale di sterilizzazione, di due mammografi di ultima generazione. Ha aggiunto, inoltre, che un secondo endoscopista dovrebbe essere assegnato, a breve, all’Unità operativa di Endoscopia del Muscatello. E ancora il direttore sanitario ha reso noto di essere riuscito a portare a compimento, in un breve periodo di tempo, l’iter di ben 25 concorsi per posti di primario, alcuni dei quali vacanti da oltre 10 anni e ricordato l’importante ruolo nella prevenzione e nel trattamento del tumore della mammella della Brest Unit dell’ospedale di Lentini, un reparto di eccellenza che si occupa, con approccio multidisciplinare, della presa in carico delle donne con patologie del seno dalla diagnosi precoce alla terapia. Trovatello, ha ricordato di avere vissuto ad Augusta dall’età di 3 anni all’età di 10 anni e di essere poi ritornato prima come ufficiale della Marina e, infine, lo scorso anno, con grande entusiasmo, in qualità di primario del reparto di Chirurgia. Ha, quindi, trattato il tema “La chirurgia nelle malattie oncologiche e infiammatorie dell’intestino”, rammentand che i tumori rappresentano un problema sociale di salute importante, costituendo la seconda causa di morte in Italia e che, tra i tumori, quelli del colon-retto sono, per mortalità, al secondo posto.

Si è soffermato sull’importanza, per la riduzione della mortalità, della conoscenza e della prevenzione dei fattori di rischio, dell’identificazione delle categorie di pazienti a maggiore o minore rischio di ammalarsi di tumore, delle diverse metodiche utilizzate per una diagnosi precoce e tra queste del fondamentale ruolo della colonscopia. Ha specificato che trattandosi di un tumore ad accrescimento molto lento una diagnosi precoce, possibile aderendo ai programmi di screening gratuiti dell’Azienda sanitaria di Siracusa, determina un drastico abbattimento della mortalità. Ha evidenziato che l’unica terapia realmente efficace, specie negli stadi precoci, è quella chirurgia che rappresenta, quindi, una pietra angolare del trattamento delle neoplasie del colon retto, all’interno di un approccio multidisciplinare. Tra le diverse tecniche chirurgiche, ha aggiunto, l’approccio laparoscopico, ove possibile, presenta significativi vantaggi per il paziente .Ha poi parlato delle malattie croniche intestinali, malattia di Crohn e colite ulcerosa, che colpiscono, prevalentemente, soggetti giovani che devono convivere con queste patologie tutta la vita. Si è soffermato sul ruolo della genetica, dell’ambiente e della dieta per la loro insorgenza e su come l’evoluzione di queste patologie, quando non rispondono alle terapie o presentano complicanze, può rendere necessario un trattamento chirurgico.

Il primario ha riportato, poi, la casistica del reparto di Chirurgia dell’ospedale di Augusta negli ultimi 15 mesi, consistente in poco più di mille interventi. Tra questi 132 interventi sul colon dei quali il 30% per tumori del colon-retto e la restante parte per malattie infiammatorie croniche intestinali, con il 30% dei pazienti operati, ha sottolineato, proveniente dalle Province di Agrigento, Catania, Enna, Messina e Palermo. Sono state effettuate 216 colecistectomie e 208 interventi per ernia e laparocele. Ha illustrato un intervento chirurgico eccezionale di asportazione di una massa addominale del peso di 23 Kg, eseguito nell’aprile 2021. Il medico chirurgo ha, infine, espresso grande soddisfazione per i risultati conseguiti, precisando che sono il frutto del lavoro di una squadra che comprende i suoi aiuti i medici Giuseppe Lipari, Antonio Nicolosi e Adriana Toro, il personale di reparto e di sala operatoria, gli anestesisti ed ha espresso gratitudine al medico Teodoro, responsabile dell’Unità operativa di Anestesia, che con grande entusiasmo e professionalità ha assicurato la necessaria collaborazione. In conclusione dell’incontro, il primario ed il direttore sanitario hanno risposto alle domande del numeroso pubblico presente.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 656

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *