breaking news

Augusta | Conclusi i festeggiamenti di San Domenico, bilancio positivo

Augusta | Conclusi i festeggiamenti di San Domenico, bilancio positivo
Attualità
'
0

“La festa del patrono è stata un banco di prova per l’amministrazione Di Mare”. E’ quanto sottolinea l’assessore alla Cultura e Tradizioni, Giuseppe Carrabino, tracciando un bilancio dei festeggiamenti appena conclusi. Un bilancio positivo frutto della sinergia tra enti, parrocchia, scuole ed associazioni: “il ritorno all’esaltazione della nostra identità”.

Si sono appena conclusi i festeggiamenti in onore di San Domenico e l’assessore alla Cultura traccia un bilancio. Un positivo bilancio di una festa frutto della ritrovata sinergia tra Comune, parrocchia Maria SS. Assunta, associazioni di volontariato, Istituti comprensivi e superiori, Polizia municipale, Comando Marittimo Sicilia, Forze dell’ordine. Un ritorno alla tradizione, come sottolinea l’assessore Carrabino, è stata la festa del patrono, la  prima che si svolge dopo tanti anni di limitazioni e riduzioni, la prima dopo lo stop di due anni dovuto all’emergenza sanitaria, la prima fortemente voluta dal sindaco Giuseppe Di Mare. “Il ritorno alla esaltazione della nostra identità”.

La festa del patrono – ha dichiarato Giuseppe Carrabino – è stata un banco di prova per tutta la nostra amministrazione. Numerose le risorse in campo ove si consideri che coordinati dal comandante Salvatore Daidone, tutte le donne e gli uomini della polizia municipale hanno assicurato i servizi previsti dal piano straordinario di viabilità con la chiusura al transito veicolare di importanti arterie cittadine, il divieto di parcheggio sul viadotto Federico II e sui ponti spagnoli, lo sgombero per garantire il transito delle processioni di via Roma, Alabo, della Rotonda, Umberto e XIV Ottobre e l’attivazione del servizio navette. Un servizio impeccabile supportato dalle numerose risorse costituite dalle associazioni di Volontariato coordinate dal geom. Marco Arezzi: Protezione Civile, Misericordia, Carabinieri in pensione, Nuova Acropoli, Club Elettra.

Una centrale operativa allestita in prossimità di piazza Castello con un servizio di pronto intervento, ambulanza e tenda da campo. Giornate particolarmente intense che hanno visto non solo la cittadinanza riversarsi nei luoghi della festa, ma anche e soprattutto bus di turisti giunti da ogni parte della Sicilia e dalla Calabria per partecipare ai momenti di intrattenimento serale. Il novenario in preparazione alla festa ha registrato la partecipazione di tutte le comunità parrocchiali. La processione del braccio reliquiario ha registrato il ripristino dell’antico cerimoniale con le autorità civili e militari che si sono date convegno al palazzo comunale per raggiungere la chiesa del Patrono precedute dal gonfalone. Per la processione del simulacro del Santo patrono, il sindaco, che per la prima volta ha dettato i tempi con la campanella d’argento, ha voluto accanto a se le rappresentanze degli alunni dei quattro  Istituti Comprensivi della città. 

Novità anche la partecipazione degli studenti del II Istituto superiore “Gaetano Arangio Ruiz” che indossate le cinghie hanno portato la vara della Madonna Odigitria accompagnati dalla docente Tania Rizzotti e dalla dirigente scolastica Maria Concetta Castorina. Scuole impegnate con numerose attività: Tutti gli Istituti hanno promosso visite nel centro storico, nella chiesa del Patrono e nel palazzo comunale. Il I Istituto “Principe di Napoli” ha riproposto il corteo storico “Alla corte di Federico II ” con una edizione serale che ha registrato una grande partecipazione popolare. Il II Istituto “Orso Mario Corbino” ha donato alla città un pannello QR Code installato in piazza Duomo con notizie sulla chiesa Madre, il palazzo comunale e l’antico monastero delle benedettine.

Percorso obbligato tra le bancarelle dei viali dei giardini pubblici, anche se in numero ridotto rispetto al centinaio degli anni precedenti. I più giovani si sono riversati nell’area parco divertimenti in prossimità di piazza Unità d’Italia dove sono state installate le giostre. L’area spettacoli allestita in piazza Castello ha registrato grandi numeri per il concerto di Lello Analfino e i Tinturia, I Nomadi, ed ancora Cristiano Di Stefano, Carmelo Caccamo e Dolcenera. La chiesa Madre ha ospitato il concerto del coro lirico siciliano con la consegna del premio alla memoria del concittadino Marcello Giordani.

Una festa, evidenzia l’assessore, realizzata con i fondi del bilancio comunale e il non indifferente sostegno delle aziende del territorio. Non sono mancate le manifestazioni sportive coordinate dall’assessore Angelo Pasqua: il torneo di pallavolo con le rappresentative dei quattro Istituti Comprensivi promosso dal mister della pallavolo Augusta Nuccio Solano. Novità della festa il torneo di padel – trofeo San Domenico, disputato nei diversi campi della città con una gran finale al Brucoli Village dove si è tenuta la cerimonia di premiazione con l’intervento del sindaco Di Mare affiancato dalla giunta e da numerosi consiglieri.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 547

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *