breaking news

Augusta | Concluso il primo ciclo di lavori che impiegano i percettori dei reddito di cittadinanza

Augusta | Concluso il primo ciclo di lavori che impiegano i percettori dei reddito di cittadinanza
Attualità
'
0

Lavori di pulizia, sorveglianza davanti le scuole e di manutenzione ordinaria al verde pubblico e al cimitero sono stati svolti dai percettori del reddito di cittadinanza nell’ambito di Progetti di utilità collettiva, i cosiddetti Puc, di cui un primo ciclo si è appena concluso che l’amministrazione comunale ha riprogrammato e che impiegheranno altre persone che percepiscono questa forma di sussidio. Ne dà notizia l’assessore alle Politiche sociali Ombretta Tringali.

Si è appena concluso il primo ciclo dei Progetti di utilità collettiva (Puc), programmati e approvati dall’ Amministrazione Di Mare con Delibera di Giunta del 4 dicembre 2020, mettendo in pratica quanto dettato dalle linee guida del reddito di cittadinanza che prevede una restituzione sociale da parte dei beneficiari. I cinque progetti dai titoli “Pulizia al Comune”, “Segretariato e supporto amministrativo”, “Amici della strada”, “Verde pubblico e Vita al cimitero”, sono stati pianificati tenendo conto delle risorse e delle capacità personali di ciascun beneficiario del reddito di cittadinanza. Il numero dei partecipanti è oscillato dai dieci ai venti in base agli ambiti di interesse, assicurati contro infortuni e malattie, adeguatamente preparati con corsi di formazione e sulla sicurezza, dotati di dispositivi di protezione individuale e collettivi, e con visite mediche tutto anticipato dall’amministrazione e che sarà successivamente rimborsato dal Fondo Povertà 2019/2020. Lo rende noto l’assessore alle Politiche sociali, Ombretta Tringali.

Per la programmazione e attuazione dei Puc hanno collaborato diversi settori comunali, ognuno con le proprie competenze, diretti dalla responsabile dei progetti Loredana Marletta che ha coordinato tutte le azioni preliminari insieme alla responsabile VIII Settore, Sebastiana Passanisi. “Per la scelta dei partecipanti, invece, il nostro ufficio delle Politiche Sociali ha svolto un lavoro di rete con gli operatori del centro per l’impiego – spiega l’assessore Tringali – utilizzando le piattaforme di riferimento. Il lavoro reso dai lavoratori Puc è stato un ottimo supporto alle mansioni ordinariamente svolte dall’Ente ed è stato sempre ben espletato dai partecipanti che abbiamo visto davanti gli Istituti scolastici per accompagnare gli studenti, curare il verde pubblico in vari punti della città, ai giardini pubblici, al cimitero, altri in Biblioteca o allo Stato Civile, e nei vari uffici per la pulizia settimanale dei locali. È stato un progetto vincente per tutti, non solo per i nostri tutor Marletta, Amato, Barbagallo, Criscione e Ruma che li hanno monitorati, ma soprattutto per loro che hanno reso un servizio alla città e che in più occasioni hanno esternato i propri ringraziamenti per la possibilità data.

Alcuni progetti sono terminati il 28 febbraio e altri scadranno il 31 marzo 2022, ma ne abbiamo già in cantiere altri in prosecuzione dei primi. “La programmazione dei Puc è piuttosto articolata e complessa, tutti noi assessori – conclude Ombretta Tringali – ci siamo adoperati per individuare gli ambiti in cui far inserire i nuovi lavoratori a supporto dell’Ente per il bene comune e per una adeguata inclusione sociale”. Su oltre mille percettori del reddito di cittadinanza ad Augusta meno del 10% è stato impiegato dal Comune in interventi di manutenzione della città, e vigilanza nelle scuole. L’attivazione di nove progetti di utilità collettiva (Puc) che vedranno ancora a lavoro dei percettori del reddito di cittadinanza è stata approvata ,lo scorso febbraio con una delibera della Giunta municipale.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *