breaking news

Augusta | Concluso in Slovenia il Progetto Erasmus del Ruiz “Developing an artificial intelligence“

Augusta | Concluso in Slovenia il Progetto Erasmus del Ruiz “Developing an artificial intelligence“
Attualità
'
0

Con l’incontro a Velenje in Slovenia si è concluso il progetto Erasmus “Developing an artificial intelligence curriculum adapted to european high schools” che ha coinvolto l’istituto “Arangio Ruiz”,protagonista per tre anni di un percorso altamente educativo.

Si è concluso con l’incontro a Velenje in Slovenia, dal 13 al 19 maggio, il progetto Erasmus “Developing an artificial intelligence curriculum adapted to european high schools”, che ha visto l’Istituto Superiore “Gaetano Arangio Ruiz” protagonista per tre anni di un percorso altamente educativo. Un percorso il cui obiettivo è stato la creazione di un libro di testo sull’intelligenza artificiale da  adottare nelle scuole superiori dell’Unione Europea. Non a caso i Paesi partecipanti sono stati scelti per rappresentare i quattro punti cardinali nell‘Europa. Scuola capofila dell’Erasmus la prestigiosa Università della Coruna, da sempre all’avanguardia nella ricerca sull’intelligenza artificiale e sulla robotica, che, con il  prof.re Francisco Javier Bellas Bouza,  ha coordinato sei scuole superiori provenienti dalla Finlandia,  dalla Lituania, dalla Slovenia, dalla Spagna  e dall’Italia, rappresentata appunto dall’istituto augustano.

Nell’ultimo incontro finalmente tutti i partecipanti si sono potuti incontrare di nuovo in presenza, dopo due anni di pandemia e incontri per lo più on line. Sono stati giorni intensi di lavoro per gli studenti che, divisi in gruppi transnazionali, hanno programmato, risolto problemi, trovato possibili soluzioni ai punti dell Agenda 2030 attraverso la Robotica. Ma ci sono state anche visite guidate a Lubiana, al lago di Bled, all’ Università di Lubiana in particolare al Dipartimento di Informatica e Tecnologia e anche al Mic, una Scuola di Specializzazione  Tecnica Superiore, con i suoi straordinari laboratori,  dove scuola e azienda si incontrano per trasformare la teoria in pratica . E’ stata un’esperienza straordinariamente ricca dal punto di vista didattico e relazionale  per gli studenti  del Ruiz Riccardo Bandiera, Noemi Blancato, Antonio Campisi, Lorenzo Di Fazio, Simone Gaeta, Federica Grasso e Rebecca Scotton della classe 4 QL del Liceo quadriennale delle Scienze applicate, accompagnati dai docenti Angelo Santacroce e Paola Moroni.

Gli studenti, infatti, hanno approfondito degli aspetti particolari dell‘intelligenza artificiale come la robotica cognitiva, l’intelligenza collettiva, la sostenibilità, l’etica e la legalità, che questo Erasmus di ultima generazione prevedeva. Importante anche l’aspetto  creativo e pratico,  con la programmazione di “Robobo”, un prototipo di  robot educativo costituito da una base mobile su cui è alloggiato uno smartphone , che tanto ha appassionato gli studenti, e l’ideazione di app intelligenti. “Portare i nostri ragazzi in Europa gratuitamente con i progetti Erasmus è motivo di orgoglio per la nostra scuola, in maniera particolare questo Erasmus che ha visto il Ruiz  fianco a fianco con Istituti all’avanguardia nel campo della robotica e dell’intelligenza artificiale. E‘ stato un percorso avvincente, che  se da un lato ha rafforzato le competenze linguistiche dei nostri studenti, dall’altro ha anche migliorato  le loro capacità di interpretare i processi  tecnologici, parte integrante della nostra società” dichiara la dirigente scolastica del Ruiz, Maria Concetta Castorina:

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *