breaking news

Augusta | Consiglio comunale: approvati Pef con Tari e tariffe dell’acqua

Augusta | Consiglio comunale: approvati Pef con Tari e tariffe dell’acqua
Politica
'
0

In seduta di aggiornamento, ieri, il Consiglio comunale ha approvato il Piano economico finanziario (Pef) per il 2022 con la determinazione delle tariffe Tari e relative agevolazioni e la determinazione delle tariffe del servizio idrico integrato, sempre per l’anno in corso. La Tari sarà incrementata dello 0,005% mentre le tariffe del servizio idrico subiranno un incremento pari al 3%.

Il Consiglio comunale ha approvato, con i soli voti della maggioranza, il Piano economico finanziario (Pef) per il 2022 con la determinazione delle tariffe Tari e relative agevolazioni e la determinazione delle tariffe del servizio idrico integrato sempre per l’anno in corso. La tassa sui rifiuti sarà incrementata dello 0,005% per le civili abitazioni mentre diverse utenze non domestiche potranno, anche quest’anno, contare su agevolazioni grazie al fondo perequativo degli Enti locali. Agevolazioni di cui potranno beneficiare, in particolare, le attività commerciali che hanno subito danni a causa dell’emergenza Covid.

Il sindaco Giuseppe Di Mare ha chiarito che questo aumento è lieve e non è proporzionale all’incremento del costo del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, causato dall’emergenza discariche. Basti pensare che, come ha evidenziato l’assessore alla Transizione ecologica, Concetto Cannavà, il prezzo del conferimento in discarica e passato da 120 euro a oltre 300 euro a tonnellata. Il consigliere Milena Contento ha chiesto all’amministrazione comunale di impegnarsi il più possibile per far salire il tasso di raccolta differenziata e di realizzare presto il Ccr (centro comunale di raccolta).

Il primo cittadino ha puntualizzato che la differenziata in Augusta isola è pari l 64%, nella zona Borgata raggiunge il 57% e al Monte si attesta al 41%. Il problema è dettato dalle carenze che si registrano nelle periferie e zone balneari, per cui il servizio in passato non è stato concepito adeguatamente. Problema che l’attuale amministrazione intende risolvere allo scadere (tra un anno) del contratto con l’Ati che lo espleta dal 2016 prevedendo nuove misure.

Per quanto riguarda il Ccr assicura che verrà realizzato e che i ritardi sono dovuti all’aumento dei prezzi causati dalla guerra in Ucraina. Il consigliere Chiara Tringali ha chiesto chiarimenti sugli aumenti e il consigliere Giancarlo Triberio ha stigmatizzato il fatto che, nel 2021 si parlava di agevolazioni che avrebbero avuto i cittadini nell’anno a venire. Il sindaco ha ribadito che l’aumento sarà minimo e che determinate categorie di commercianti non subiranno aggravi di costi, bensì riduzioni. Per il consigliere Conti, preso atto che l’aumento della Tari non graverà sulle tasche dell’utenza, occorre comunque impedire che ciò possa accadere in futuro.

In merito alla determinazione delle tariffe del servizio idrico integrato sempre per il 2022, il costo è stato incrementato del 3%. Il responsabile del terzo settore Economico finanziario, Francesco Siena ha chiarito che, per determinare le tariffe il Comune si è attenuto alle direttiva dell’Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) a cui il Comune di Augusta ha aderito. L’aumento alle tariffe dell’acqua applicato l’anno scorso era stato sempre del 3%. Sul primo punto si sono espressi favorevolmente i 10 consiglieri comunali di maggioranza presenti contrario Triberio e astenute Contento e Tringali della minoranza.

Tra i banchi dell’opposizione si è poi registrata la presenza del consigliere Pippo Gulino. L’Aula si è riunita in seduta di aggiornamento ieri, perché la mattina precedente mancava il numero legale per validare la seduta. Ieri sono bastati 10 voti per approvare gli atti, ma per quanto riguarda il Pef non sono bastati, come ha fatto sapere il presidente del Consiglio comunale Marco Stella, per dichiarare l’immediata esecutività dell’atto.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 699

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *