breaking news

Augusta | Convento di San Domenico: somme disponibili, ma i prezzi sono aumentati

Augusta | Convento di San Domenico: somme disponibili, ma i prezzi sono aumentati
Attualità
'
0

Per il completamento dell’ex convento di San Domenico, vasto complesso monumentale della città, l’amministrazione comunale può contare su fondi regionali disponibili, ma bisogna ora fare i conti con l’aumento dei prezzi e l’indisponibilità della pietra necessaria al restauro. Diventerà principalmente un contenitore culturale e ospiterà uffici comunali del settore Cultura.

L’amministrazione comunale intende completare gli interventi di restauro dell’ex convento di San Domenico ma l’iter rischia di rallentare a causa dell’aumento dei prezzi ed anche per l’indisponibilità della pietra necessaria al completamento degli interventi. Il Comune ha un progetto ambizioso da realizzare con finanziamenti regionali disponibili. Il progetto originario prima con il commissario regionale Antonino La Mattina, poi la commissione straordinaria che ha guidato l’Ente locale megarese in seguito allo scioglimento del Consiglio comunale e ancora dopo la Giunta pentastellata stava per essere modificato in quanto la volontà era quella di allocarvi soprattutto uffici mentre l’attuale governo cittadino ha deciso di recuperare la vecchia destinazione d’uso e, quindi, renderlo principalmente un contenitore culturale. 

E’ stato recuperato il progetto originario redatto dall’architetto Arturo Alberti e dall’ingegnere Franco Strazzeri, che prevedeva l’utilizzo dell’ex convento quale contenitore culturale. Come ribadisce l’assessore alla Cultura, Giuseppe Carrabino, l’intenzione è quella di destinare l’edificio ad attività culturali, museali, sede della biblioteca, con sale espositive e locali per ospitare mostre temporanee, sale convegni e naturalmente uffici che potranno trovare allocazione in quella parte della struttura che non andrà ad interferire con le altre attività. Nell’ex convento verrebbero trasferiti uffici comunali legali alla cultura. I lavori di recupero e conservazione del complesso furono avviati nel 2006 e sospesi nell’autunno del 2008 per esaurimento delle somme stanziate. Il novanta per cento delle opere previste era stato già eseguito. Purtroppo oggi occorre rifare parte di ciò che è stato realizzato a causa dell’azione vandalica e dello stato di abbandono della struttura.    

Da quando si è insediata l’amministrazione comunale sono stati effettuati diversi sopralluoghi da parte del sindaco Giuseppe Di Mare, dell’assessore Carrabino e di diversi tecnici. Il progetto di restauro, include tra l’altro, il rifacimento dei solai, dei tetti e delle travi e il consolidamento della muratura. Altri interventi prevedono la valorizzazione dell’originario portico del XVI secolo e le strutture precedenti al terremoto del 1693, messe in luce durante gli ultimi interventi di manutenzione straordinaria del monumento. Il convento di San Domenico è attiguo all’omonima chiesa, nel maggio del 2007 riaperta al culto.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 734

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *