breaking news

Augusta| Delusione della Cgil dopo l’audizione alla IV^ commissione dell’Ars

Augusta| Delusione della Cgil dopo l’audizione alla IV^ commissione dell’Ars
Cronaca
'
0
Quello che poteva essere un importante momento di chiarezza sul depuratore si è concluso con un nulla di fatto. La Cgil fa appello a tutti: “Uniamoci per una battaglia di civiltà!”

Si è svolto stamane a Palermo l’incontro presso la IV commissione Ambiente e Territorio per discutere delle opere di collettamento delle acque reflue di Augusta : il  trionfo dell’inutilità e dell’incertezza ! Presenti il sig. gen CGIL Arena Massimiliano , segr. CGIL Siracusa Roberto Alosi, i deputati regionali on. Di Marco e Zito, l’Assessore Suppo. “Quello che poteva essere un importante momento di chiarezza sul depuratore – spiega il segretario camerale Arena – si è concluso con un nulla di fatto: dopo aver chiesto certezza dei tempi, dei finanziamenti, degli investimenti abbiamo assistito ad un indegno rimpallo di responsabilità tra livello tecnico e politico. Il solito inaccettabile paradosso siciliano”. Ricordo che il commissario Contrafatto è stato nominato dal Governo nazionale al fine di rendere più veloce l’iter relativo allo sblocco delle opere del depuratore di Augusta. E’ trascorso già un anno dal suo insediamento e nessun risultato per Augusta è stato raggiunto e la sua assenza in Commissione esprime chiaramente il modo di fare politica del governo nazionale e regionale. Il territorio non è più in grado di assorbire ulteriori ritardi! In ragione delle mancate risposte è finito il tempo dei buoni propositi. La CGIL di Augusta ritiene indispensabile e improcrastinabile organizzare una seria e condivisa azione di protesta civile per il rispetto del nostro territorio che ha già pagato un conto salatissimo dal punto di vista ambientale. Non possiamo continuare a mettere la testa sotto la sabbia e trascurare ciò che succede, o peggio ancora continuare a sperare che le soluzioni vengano da sole.  E’ ormai tempo di cambiare rotta. Il livello di guardia circa lo sversamento dei reflui nel mare di Augusta è stato superato con la scandalosa disattenzione dei tecnici e dei politici. Al di là del posizionamento politico di ognuno, abbiamo il dovere di intervenire per il bene collettivo. Smuoviamo le acque perché la nostra isola non rimanga senza mare.  Se il mare è davvero una risorsa puntiamo su di esso per attrarre nuovi investimenti. La CGIL fa appello a tutti: alle organizzazioni Sindacali, all’Amministrazione Comunale, alla deputazione regionale e nazionale e a tutte le forze politiche, alle associazioni e a tutta la cittadinanza: “Uniamoci per una battaglia di civiltà!”.

CLICCA PER VEDERE IL VIDEO

[embed_video id=83223]

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com