breaking news

Augusta | Deposito Gnl. Referendum consultivo, lo chiedono le associazioni

Augusta | Deposito Gnl. Referendum consultivo, lo chiedono le associazioni
Attualità
'
0

A chiederlo, in una nota pervenuta in redazione, sono il Comitato Punta Izzo Possibile, Natura Sicula Onlus, Comitato Stop Veleni, Decontaminazione Sicilia, Generazioni future Sicilia, Associazione NaturalchemicaReferendum consultivo e padre Palmiro Prisutto.

Il testo della nota: “La scelta di realizzare un deposito di GNL (Gas Naturale Liquefatto), all’interno del porto di Augusta, deve essere sottoposta al parere preventivo dei cittadini chiamati a subirla. Il Sindaco di Augusta ha pertanto l’onere d’indire tempestivamente un referendum per permettere ai suoi concittadini di esprimersi. La direttiva Seveso III, che è legge dello Stato (d.lgs. 105/2015) pone infatti a carico del Comune l’obbligo d’informare i cittadini e promuovere una consultazione popolare per ogni nuovo progetto d’impianto a rischio d’incidente rilevante, nonché in caso di “insediamenti o infrastrutture intorno agli stabilimenti esistenti” in grado di “aggravare il rischio d’incidente rilevante” (art 24 comma 1 decreto citato). Nel recente passato, il Comune di Augusta ha più volte omesso di consultare i propri cittadini sull’opportunità d’iniziative imprenditoriali destinate ad aggravare la soglia di rischio industriale e ambientale già elevatissimo. Emblematica in tal senso è la vicenda del rigassificatore Ionio gas, in cui l’ente megarese – allora guidato dall’amministrazione Carrubba – era stato l’unico dei tre comuni coinvolti (a differenza di Melilli e Priolo) a non aver indetto un referendum consultivo.

Sul deposito di GNL, promosso dall’Autorità di Sistema portuale, l’ex amministrazione Di Pietro riuscì addirittura a dichiararsi “incompetente” pur di venir meno alla gravosa incombenza. Qual è adesso l’intenzione dell’attuale Sindaco Giuseppe Di Mare e della sua Giunta, che sul GNL hanno già espresso il loro indirizzo favorevole? Sull’amministrazione Di Mare grava la responsabilità di scegliere: applicare la legge e consultare i cittadini oppure tirare dritto e ignorare la volontà popolare in perfetta continuità con le amministrazioni precedenti”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com