breaking news

Augusta| Famiglie alla riscoperta delle edicole votive della città

Augusta| Famiglie alla riscoperta delle edicole votive della città
Cultura
'
0

Un itinerario alla riscoperta delle edicole votive sparse nel centro storico della città. Questa la finalità della “Camminata a misura di famiglia” che si è tenuta domenica a cura dell’Afi, Associazione delle Famiglie sezione di Augusta presieduta da Conce Florio Arena.

L’iniziativa che ha avuto lo scopo di approfondire la conoscenza della storia e della tradizione religiosa della città ed ha visto protagonisti i “segni” della genuina fede del popolo. La nutrita comitiva è stata guidata da Giuseppe Carrabino attraverso un itinerario che partendo dai Giardini Pubblici si è snodato lungo la via S.Giuseppe con l’edicola della Madonna Assunta e della Sacra Famiglia, quindi via Garibaldi-Piazza S.Domenico con l’edicola della Madonna del Rosario e attraverso via XIV Ottobre la sosta nel bastione della Cruci tri cannuni con l’edicola dell’Addolorata.

L’itinerario ha previsto altresì il transito dall’antica via del Calvario (l’attuale via Roma) con soste nel ronco Bellinghieri con la ricca simbologia eucaristica e le mattonelle del “censo”, quindi l’edicola della Madonna del Carmine, la lapide che ricorda la chiesa dell’Odigitria e poco distante la Crocifissione della Chiesa della Grazia dipinta nel 1953 da Mauro Annino con una della “Croci” poste a protezione dell’abitato.

In piazza della Grazia la comitiva si è soffermata dinanzi l’antico convento dei minori osservanti con l’immagine di S.Francesco e l’epigrafe del 1694 ormai deteriorata che necessiterebbe di un urgente intervento di restauro. Nella stessa piazza è stato possibile rammentare le antiche celebrazioni popolari in onore della Madonna del Carmine nell’ottava dei festeggiamenti. Attraverso via Reno e via Xifonia dopo l’edicola della Madonna del Carmine breve sosta dinanzi la formella massonica posta in una modesta abitazione poco distante.

L’itinerario è proseguito per via Volturno-via Carmine dove era ubicata una antichissima edicola del Carmine trafugata da ignoti nel 1991. Altra tappa in via Colombo con una edicola dell’Addolorata. Ed ancora attraverso via Megara la comitiva si è soffermata in via S.Lorenzo con l’omonima edicola che ricorda l’antica chiesa del Santo demolita nel 1940. L’itinerario si è concluso con l’edicola della Madonna del Carmine nella stessa strada recuperata tempo addietro per la disponibilità della famiglia Fiorello che gestiva l’attigua e antica profumeria.

Questa iniziativa, come ribadito dalla presidente Conce Florio, è un invito alle famiglie perché riscoprano la conoscenza del territorio come motivo di identità da trasmettere alle nuove generazioni unitamente all’amore per ogni singola pietra della città. Un’occasione – ha aggiunto – per valorizzare la ricchezza della nostra cultura, condividerne l’appartenenza attraverso una migliore conoscenza e armonizzare i contenuti del nostro tempo”.

(foto copertina Enzo Italia)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com