breaking news

Augusta | Filofollia di Caterina Italia. Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi

26 Settembre 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Filofollia di Caterina Italia. Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi
Cultura
'
0

Per comprendere a fondo quanto questo libro sia dirompente occorre padroneggiare il contesto storico relativo alla rivoluzione khomeinista che trasformò lIran in una Repubblica Islamica sciita, la cui Costituzione si ispirava alla legge coranica. Ciò portò ad una fortissima limitazione della libertà personale.

Il colpo più duro lo subirono i luoghi in cui generalmente si celebrava la cultura (le università, le librerie …) e le donne, sempre più vincolate dalle nuove imposizioni dellayatollah Khomeini e dalle pressioni sociali. In un contesto così cupo e asfissiante la professoressa Nafisi decise di mettere insieme un gruppo di sue brillanti studentesse universitarie e di rileggere insieme a loro alcuni testi di letteratura: Lolita, Il Grande Gatsby, Daisy Miller, Orgoglio e Pregiudizio, Cime Tempestose, per citarne alcuni. I seminari si tenevano, ovviamente in segretezza, presso l’abitazione privata della docente . Lo scopo era quello di mettere le giovani nella condizione di ragionare con la propria testa e di far loro conoscere realtà diverse e più libere rispetto al contesto iraniano. Man mano che gli incontri si svolgevano, la Professoressa Nafisi, veniva assalita da penosi dubbi sull’opportunità del suo operato: quali conseguenze poteva avere la diffusione di tali idee di emancipazione se poi le ragazze erano comunque costrette a vivere in un contesto così chiuso? Le risposte furono tanto numerose quante erano le ragazze: la cosa importante fu che ognuna avesse scelto da sé la via da imboccare. Durante la mia lettura del libro, lo scrittore Salman Rushdie è stato accoltellato a New York. Strana coincidenza vederlo citato nel libro, proprio negli stessi giorni.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 329

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *