breaking news

Augusta| Giornata della memoria all’Arangio Ruiz per non dimenticare

26 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Giornata della memoria all’Arangio Ruiz per non dimenticare
Attualità
'
0

“Tutti coloro che dimenticano il loro passato sono condannati a riviverlo”. E’ questa la frase che troneggia nel muralesm realizzato da tre ragazzi (un alunno e due ex studenti) del II Istituto di istruzione superiore “Arangio Ruiz” in arte Andrea Tos, Andrea Sike e Marco Ash e inaugurato questa mattina in occasione della giornata della memoria, che la scuola ha celebrato con un giorno di anticipo, per non dimenticare lo stermino degli ebrei e di altre persone di varie etnie che si consumò durante il secondo conflitto mondiale nei campi di concentramento di  Auschwitz.

Alla presenza di autorità civili, militari e religiose l’evento è iniziato nell’aula magna del plesso ed è stato introdotto dalla docente, Rosanna Bellistrì. La presentazione a cura degli alunni che domani parteciperanno alle gare di robotica è stata singolare e si è svolta all’insegna della tecnologia, col piccolo robot di compagnia di nome Nao che ha salutato i presenti e recitato una poesia sul tema della Shoah, termine adottato per descrivere la tragedia ebraica di quel periodo storico.

Sullo stesso tema il contenuto del brano toccante “una rosa rossa” scritta dall’alunno Samuel Patania e di cui lo stesso autore ha dato lettura. In aula magna anche gli interventi dello studente Carmelo Firrinceli e dell’alunna Paola Cardile che ha cantato Image di John Lennon, del docente Angelo Santacroce e dello psicologo Francesco Cannavà, che si è soffermato sul significato e i contenuti della street art, che spesso è stata considerata come l’azione vandalica di ignori writers per imbrattare edifici, pubblici e privati, o addirittura monumenti, ma la cui vera essenza è quella di riqualificare i luoghi e trasmettere emozioni e sentimenti. A tale scopo nasce, infatti, la vera arte di strada e il bel murales realizzato su un grande muro esterno del plesso ne è la prova.

I partecipanti alla giornata si sono trasferiti poi nell’area esterna della scuola per ammirarlo. Accanto alla scritta l’immagine enorme di una bambina, in basso la gente sacrificata disegnata in miniatura, al di là di  un recinto di filo spinato e poi mattoni e cielo azzurro e prato verde. Ciò che simboleggia il murales è stato spiegato dalla studentessa Gaia Rizzo. L ex ’alunno Giovanni Di Mauro ha suonato con il violino il celebre brano tratto dal film “La vita è bella” di Roberto Benigni. Il dirigente scolastico, Maria Concetta Castorina ha ribadito rifacendosi alle parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che è “sbagliato dire che il fascismo fece anche cose buone” sottolineando la negatività delle leggi razziali, il sindaco, Cettina Di Pietro ha evidenziato che gli italiani sono un popolo che accoglie e che a sua volta è stato accolto. Gli interventi non hanno mancato di menzionare il fenomeno migratorio che ha particolarmente investito Augusta, nonché il clima di intolleranza e di discriminazione razziale e religiosa che ancora oggi  regna nel mondo e gli attentanti terroristici. Il dirigente scolastico, il sindaco e l’arciprete don Palmiro Prisutto hanno tagliato il nastro per inaugurare il murales davanti al quale si sono esibiti infine gli alunni inscenando un flash mob. Alla giornata della memoria hanno, inoltre, partecipato il consigliere comunale, Biagio Tribulato, i dirigenti scolastici e i rappresentanti dei club service

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com