breaking news

Augusta| Gli arnesi dei pescatori cercano una casa: inaugurazione della mostra nel salone di Sant’Andrea -Video

20 Novembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Gli arnesi dei pescatori cercano una casa: inaugurazione della mostra nel salone di Sant’Andrea<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Attualità
0

In esposizione fino a giorno 30 la mostra: “Arnesi dei pescatori ieri e oggi”, inaugurata ieri sera. L’esposizione rientra nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Sant’Andrea, organizzati dalla confraternita dei pescatori, che risale al 1675, con l’intento di mantenere e promuovere le tradizioni marinare. La confraternita dei pescatori chiede locali per la mostra permanente degli antichi arnesi, che ogni anno vengono esposti solo in occasione della festa.

L’inaugurazione della mostra “Arnesi dei pescatori ieri e oggi”, ieri sera, ha avviato ufficialmente i festeggiamenti in onore di Sant’Andrea, che quest’anno registreranno il gradito ritorno della “Sagra del pesce tipico”. La mostra è aperta alle visite giornaliere dalle scolaresche della città. Il presidente della confraternita, Giulio Morello ha sottolineato l’importanza: “delle radici della tradizione a testimonianza e ricordo di quel ceto marinaro di pescatori Saddari che, nel secolo scorso, con semplicità e sacrificio lavora nella nostra città”. Morello ha ripercorso la storia della chiesa di sant’Andrea, sita in via Principe Umberto, accanto al salone dove è stata allestita temporaneamente l’esposizione e che non può essere sottratto alle riunioni per scopi sociali dei confrati. Pertanto un appello è stato lanciato a Enti e Istituzioni, affinché mettano a disposizione dei locali da destinare al museo permanente per gli antichi arnesi della marineria locale.

Una richiesta accorata che arriva principalmente da Domenico Patania, uno dei pochi anziani pescatori rimasti, il quale si adopera per tramandare alle nuove generazioni ciò che ha rappresentato per i loro nonni e bisnonni questo antico mestiere praticato dalla maggior parte degli augustani. “L’avvento della cultura moderna ha sì determinato un miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, ma ha causato anche il lento declino e, in alcuni casi la scomparsa di molte attività legate al mondo popolare, alla cultura della gente di mare che ha dato un’impronta di genuinità anche poetica delle borgate marinare. Tale perdita di tradizioni – sottolineato Giulio Morello –  di esperienza, di consuetudini legate a questo antico rapporto dell’uomo con il mare rischia di determinare una perdita di valori che costituiscono la peculiarità e l’originalità stessa di questa comunità di mare.

Non ci rimangono – ha concluso il governatore della confraternita – che il ricordo tramandato dai nostri padri e alcuni oggetti: nasse, reti etc che abbiamo esposto nella mostra conservati dalla confraternita dei pescatori Sant’Andra apostolo e martire la quale da anni chiede che Augusta abbia riconosciuto ciò che merita: una casa memoria dedicata alla gente di mare, alla pesca e ai pescatori che ne hanno fatto parte”.  All’inaugurazione della mostra sono intervenuti anche il presidente del Consiglio comunale, Sarah Marturana, che ha evidenziato l’importanza di custodire le tradizioni Jessica Di Venuta, presidente di Italia Nostra, Salvo Lentini, cultore storia locale e tradizioni,  Salvo Patania, medico pediatra, figlio e nipote di pescatori e Nuccio Ventura in rappresentanza della Sonatrach, raffineria di Augusta, che ha offerto un consistente  contributo ai festeggiamenti.

Appuntamento in piazza Turati, per il prossimo fine settimana con la decima edizione della “Sagra del pesce tipico”, un evento che ripopola, caratterizza e ravviva il centro storico, che per alcuni anni è stato sospeso lasciando delusi molti augustani. Contestualmente alla sagra che si svolgerà sabato 23 e domenica 24 avrà luogo in piazza D’Astorga il “Mercatino di prodotti tipici e artigianato”. In piazza Turati giorno 23 si terranno l’esposizione e uno spettacolo di pupi siciliani, rispettivamente a cura di Gioacchino Cacciaguerra e Martino Rabuazzo e a seguire lo spettacolo folcloristico del gruppo “Augusta Folk” che domenica mattina organizzerà giochi popolari per bambini. Sempre domenica verrà proiettato il cortometraggio “Pietre” a cura di Italia Nostra. Giorno 30 i festeggiamenti si concluderanno con la tradizionale processione del simulacro di Sant’Andrea.  La confraternita esprime gratitudine nei confronti dalla Sonatrach, sponsor dell’evento, dell’amministrazione comunale, del comando di pubblica sicurezza e di Polizia municipale e di quanti hanno contribuito generosamente affinché la tradizione continui. La mostra resterà aperta fino al 30 novembre tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 20.

GUARDA IL VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com