breaking news

Augusta| Guardia costiera sequestra pesce privo di tracciabilità

6 Dicembre 2017 | by Agnese Siliato
Augusta| Guardia costiera sequestra pesce privo di tracciabilità
Cronaca
0

I militari della Capitaneria di porto-Guardia costiera di Augusta hanno sequestro circa 40 chilogrammi di pesce esposti per la vendita da un ambulante privo di autorizzazioni e certificazioni.

Lo scorso martedì un’autopattuglia della Capitaneria di porto si è imbattuta in un soggetto che, indebitamente, in assenza della pertinente documentazione comprovante la provenienza del pescato, stava effettuando la commercializzazione nei pressi dell’incrocio tra via Conte Landogna e via Peppino Impastato, di una partita di “Brosme”, specie assimilabile all’assai più pregiato “Baccalà”.

Gli agenti della Guardia costiera hanno proceduto, di conseguenza, al sequestro di circa 40 chilogrammi di prodotto ittico privo di tracciabilità, che, è stato sottoposto a controllo da parte del personale del Servizio veterinario di Augusta, dell’Azienda sanitaria provinciale di Siracusa, e giudicato idoneo al consumo umano.

Pertanto il pescato  è stato donato in beneficenza a un Ente religioso. Il prodotto ittico è stato consegnato alla parrocchia della Madonna del Soccorso dalla quale è stato destinato alle famiglie bisognose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com