breaking news

Augusta | I ragazzi del Ruiz si fanno valere al “First Lego League”

30 Aprile 2021 | by Federico Tringali
Augusta | I ragazzi del Ruiz si fanno valere al “First Lego League”
Attualità
0

La manifestazione si è svolta in modalità on line in tutto il mondo grazie a una piattaforma creata dalla First, l’associazione americana For Inspiration and Recognition of Science and Technology.

Entusiasmo, passione e coinvolgimento degli studenti. Questo il bilancio della recente competizione che ha visto protagonisti gli alunni dell’Istituto “Ruiz” di Augusta alla “First Lego League” e che ha regalato soddisfazioni a tutti i teams partecipanti. Obiettivo della manifestazione: ideare soluzioni creative per lo sport, il gioco e il fitness e dare un volto più “smart” alle città, partendo dalla valorizzazione e dal riutilizzo inclusivo, ludico e ricreativo di spazi e luoghi cittadini.

Ecco i premi assegnati alle squadre: Premio Stella nascente alla squadra Robo Bartolo, Premio Motivazione  a Dal Sud del Sud;  Premio Core values ai Robot-Sauro;  Premio Robot design al Vittorini Gorgia Team; Premio Progetto innovativo  al Vultus Ruiz: Premio Robot performance ai Metaltech Ruiz. Sono state le due squadre del Ruiz Vultus Ruiz e Metaltech Ruiz a qualificarsi sia per la finale nazionale che per il premio “Oltre la robotica” del Miur per il progetto scientifico più innovativo.

I due teams hanno lavorato sulla riqualificazione degli spazi urbani della città. La squadra del Metaltech Ruiz, guidata dalla docente  Candida Sapia, insieme agli studenti della 2QL del Liceo Quadriennale delle Scienze Applicate Chiara Barbarino, Lorenzo Ballariano, Beatrice Fichera, Raimondo Di Franco, Marco Barba, Arianna Carrabino, Alice D’Amico e Michelangelo Cacciaguerra, ha elaborato un progetto  di una smart city in grado di ottimizzare risorse, sostenibilità e integrazione, partendo dalla rivalutazione di Piazza Mattarella per trasformarla in un punto di ritrovo sportivo, agonistico e ludico per i ragazzi tutti.

La squadra del Vultus Ruiz, formata dagli studenti della 1Q  del Liceo Quadriennale delle Scienze Applicate Elisa Caramagno, Gianpaolo Caramagno, Sofia Di Bella, Francesco Di Fazio, Elisa Indaco, Daniele Falsaperla, Alessandra Misenti, Giovanni Coco, Fabio Patania e Melissa Tringali, sotto la guida della docente Valeria Polopoli, si è soffermara sulla Villa Comunale, concentrandosi sulla realizzazione di una smart city che faccia uso della tecnologia digitale, tramite una app con QR code, basandosi su una mobilità sostenibile con campo da bocce, bike sharing, piste per monopattino e parco accessibile anche ai disabili.

Esprime soddisfazione la dirigente scolastica del Ruiz, Maria Concetta Castorina, che che ha voluto ringraziare il Museo Civico di Rovereto per il loro prezioso supporto. A rappresentare l’amministrazione comunale è stata l’assessore Ombretta Tringali.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com