breaking news

Augusta| Il capogruppo del M5S, Roberto Casuccio risponde all’opposizione

17 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Il capogruppo del M5S, Roberto Casuccio risponde all’opposizione
Politica
0

Reazioni a catena in seguito alla bocciatura della mozione di indirizzo, presentata dal consigliere comunale, Marco Niciforo, che qualora fosse stata approvata avrebbe impegnato l’amministrazione a bonificare l’edificio che insiste tra le vie Principe Umberto e Cristoforo Colombo contenente lastre in cemento amianto.

A reagire è Roberto Casuccio, capogruppo del M5S. “Ancora una volta – dichiara Casuccio – il nostro gruppo consiliare si vede costretto a chiarire quanto avvenuto durante la discussione della mozione presentata dal consigliere Niciforo durante la seduta dello scorso lunedì. In questi due anni e mezzo di attività abbiamo, nostro malgrado, assistito a tanti tentativi di mistificazione e di disinformazione sull’operato di questa amministrazione. Ancora una volta spiace constatare che, agli interessi della cittadinanza e al rispetto delle regole, l’opposizione preferisce cercare le luci della ribalta, o meglio, le telecamere della diretta, per confondere e aizzare conflitti che a nulla portano se non ad interminabili e inutili strascichi polemici.

Agli augustani che hanno dato fiducia al M5S e che non hanno potuto seguire di persona  o in streaming il consiglio comunale, il capogruppo pentastellato tiene a precisare che la mozione, come già rilevato ed evidenziato in III e IV commissione, riunite in seduta congiunta il 19 dicembre 2017, era inammissibile “in quanto- afferma Casuccio – presentava diversi vizi di contenuto, in particolare la connotazione di specificità, venendo meno il carattere di generalità necessario in tal genere di atti.

Nella mozione- sostiene il capogruppo del M5S il consigliere Niciforo chiedeva (tra l’altro senza prima effettuare le dovute verifiche nei settori di competenza), di bonificare un immobile privato, acquisendo lo stesso al patrimonio comunale per destinarlo alla pubblica fruizione. Peccato che, come acclarato anche durante il consiglio comunale, seguito intervento dell’assessore all’Urbanistica, Adriana Commendatore, il proprietario dell’immobile ha presentato un progetto, in fase di approvazione, per la ristrutturazione dell’immobile in questione, che vanificava l’essenza stessa della mozione.

Al contempo l’amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Di Pietro, venuta a conoscenza della mozione e ritenendola meritevole di attenzione, aveva prontamente sollecitato Edoardo Pedalino e Antonino Barbera, rispettivamente responsabili del VI e VIII settore a intervenire. Quest’ultimo si era attivato effettuando un sopralluogo alla presenza  di un funzionario dell’Asp-Siav di Augusta che dichiarava nella relazione di sopralluogo la “presumibile presenza di amianto, in quanto solo a seguito di campionamento e analisi si i può certificarne la presenza.

Il nostro gruppo, viste le premesse sopra riportate – sottolinea Casuccio – valutata anche la natura specifica della mozione, indirizzata a un singolo edificio piuttosto che a tutti gli immobili del centro storico, ovvero ricadenti in tutto il territorio comunale, meritevoli di altrettanta attenzione pur non essendo ubicati in luoghi strategicamente visibili, ha ritenuto la mozione non in linea con i principi della gestione del “buon padre di famiglia”, e in contrasto con lo spirito che da sempre anima la nostra azione politica. La tutela della salute di tutta la nostra comunità è un obiettivo che percorriamo, insieme a tutta l’Amministrazione, da anni e spesso in silenzio, senza cercare il clamore a tutti i costi, semplicemente facendo il nostro dovere.

Oggi – conclude Casuccio – ci sentiamo di rispondere, a chi dimostra di essere interessato più alla polemica sterile e priva di contenuti, con la serietà e la sobrietà che da sempre ispira la nostra politica, rinnovando l’invito al consigliere Niciforo e ai suoi colleghi di opposizione (in passato protagonisti di operazioni strumentali della stessa natura), a svolgere meglio il proprio, importantissimo, lavoro di consiglieri d’opposizione, informandosi e proponendo mozioni condivisibili e possibilmente ispirate al principio di uguaglianza dei cittadini nel loro diritto alla tutela della salute e nel rispetto delle regole che ne dettano forma e contenuto, invece che dare, ancora una volta, uno spettacolo indecoroso ma soprattutto inutilmente demagogico e condito dai soliti impronunciabili insulti venendo meno al rispetto dei colleghi di maggioranza e dell’istituzione del civico consesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com