breaking news

Augusta | Il Comune agli “Stati generali del Mediterraneo”a parlare di porto e Zes

Augusta | Il Comune agli “Stati generali del Mediterraneo”a parlare di porto e Zes
Attualità
'
0

Il Comune di Augusta ha accolto l’invito  a partecipare all’evento “Stati generali del Mediterraneo” che si è tenuto nel palazzo reale di Napoli. Presente  all’evento l’assessore alle politiche portuali e alle Zone economiche Speciali Tania Patania. “Lo sviluppo economico del nostro territorio, del  porto  e della città di Augusta – ha detto l’esponente della Giunta Di Mare – ha davanti  più che una sfida una vera e propria necessità esistenziale , dobbiamo programmare “ora” e costruire “ora” un territorio che possa sempre di più diventare riferimento  logistico ed  energetico”.

Tre giorni di convegni , tavole rotonde ed incontri con i rappresentanti dei principali paesi che affacciano sul Mare Nostrum come  Italia , Malta, Tunisia , Egitto, Libia e Marocco. Questo ed altro è stato l’evento “Stati generali del Mediterraneo” che si è tenuto nel palazzo reale di Napoli, promosso da  Cise (Confederazione italiana sviluppo economico ), Agenzia per la Coesione territoriale e  del  commissariato straordinario del governo della Zes Campania. Evento al quale ha partecipato il Comune di Augusta, rappresentato assessore alle politiche portuali e alle Zone economiche Speciali Tania Patania. Ad aprire i lavori il sindaco della città di Napoli Gaetano Manfredi. Nel corso della prima sessione di Lavoro dal titolo Le zone economiche speciali : opportunità di sviluppo ha preso parte all’evento anche il Ministro del Sud e della coesione territoriale Mara Carfagna che ha sottolineato come il governo ha scommesso molto sulle Zes e come queste devono rivestire un ruolo di attrazione degli investimenti nazionali ed internazionali restituendo al nostro mezzogiorno il suo ruolo di piattaforma logistica nel Mediterraneo .

“I commissari stanno facendo un ottimo lavoro” ha detto Carfagna ricordando  che abbiamo  630 milioni di euro per le infrastrutture delle Zes. Il ministro ha spiegato come  il Governo ha affiancato anche la riforma  per potenziare  la Governance della Zes, attribuendo ai commissari straordinari  poteri importanti , rendendoli unici interlocutori di chi vuole investire in quelle aree . Sono state semplificate le procedure autorizzative per chi desidera investire ed insediare le attività in quelle aree e si può chiedere ed ottenere un’unica certificazione al posto di miriadi di pareri e concessioni . E’ stato poi incrementato il credito di imposta portandolo da 50 a 100 milioni di euro per l’investimento.

“Un’ occasione di confronto costruttivo  con le altre realtà territoriali su quanto fatto e quanto  ci aspetta ; sulla Zes bisogna collaborare e cooperar , dare fiducia a chi vuole investire nel nostro territorio attraverso una interlocuzione certa e chiara soprattutto quando si parla con grandi gruppi e fondi di investimento”. Questo -dice l’assessore Patania e quanto anche condiviso  con il commissario Zes della Sicilia orientale Alessandro di Graziano anche egli presente all’evento e già a lavoro. “Bisogna lavorare per dare una visione chiara agli investitori. Il nostro territorio deve essere un luogo di attrazione di investimenti di grandi gruppi internazionali sfruttando al massimo le grandi potenzialità che può offrire”.

“Lo sviluppo economico del nostro territorio, del  porto  e della città di Augusta ha davanti più che una sfida una vera e propria necessità esistenziale, dobbiamo programmare “ora” e costruire “ora” un territorio che possa sempre di più diventare riferimento  logistico ed  energetico. La realizzazione degli obiettivi fissati nella legge istitutiva delle ZES richiama l’attenzione sulla necessaria e opportuna fiducia e leale collaborazione tra gli Enti Pubblici e gli operatori privati al fine di creare il giusto ambiente per l’attrazione degli investimenti e la nascita di un processo virtuoso di sviluppo sostenibile. Dobbiamo essere al passo con il contesto globale ed essere sostenitori ed attuatori “insieme” di  una nuova stagione di industrializzazione  all’insegna della transizione ecologica e digitale promossa dal piano nazionale di ripresa e resilienza.

La Zes  – conclude l’assessore Tania Patania – dovrà consentirci  di rivitalizzare un  tessuto produttivo ampiamente compromesso dalla lunga crisi economica e dalla pandemia. La città di Augusta è pronta a raccogliere la sfida e contribuire a disegnare un nuovo modello di sviluppo che prenda in considerazione anche gli avvenimenti attuali. Le opportunità offerte dagli spazi ricadenti nella ZES, il collegamento stretto con l’ambito portuale, nonché la significativa disponibilità di operatori altamente qualificati e un tessuto imprenditoriale abituato al progresso e agli investimenti, rappresentano il contesto ideale per l’insediamento produttivo e il miglioramento delle condizioni socio-economiche”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *