breaking news

Augusta | Il Comune attenziona Torre Avalos: preoccupazione e presa di posizione per la tutela del bene

29 Novembre 2021 | by Redazione Webmarte
Augusta | Il Comune attenziona Torre Avalos: preoccupazione e presa di posizione per la tutela del bene
Cultura
'
0

I recenti eventi atmosferici, che hanno coinvolto con violenza la città, hanno determinato il parziale cedimento di parte del muro perimetrale della cinquecentesca “Torre Avalos” che sorge all’interno del porto di Augusta. Il sindaco Di Mare ha espresso viva preoccupazione e nel contempo una presa di posizione affinché si adottino le misure necessarie per tutelarla.

La cinquecentesca Torre Avalos, che sorge all’interno del porto di Augusta, danneggiata ulteriormente dal maltempo, non viene dimenticata dall’amministrazione comunale che non esclude la possibilità di chiederne la gestione. “Torre Avalos, ancorché bene demaniale in uso alla Marina militare per esigenze di difesa è autentico monumento identitario di Augusta e della sua storia, fortilizio con lanterna a mare assolutamente unico, custodito nei secoli sia a testimonianza del passato spagnolo della città che per le sue caratteristiche di struttura particolarissima e di grande impatto paesaggistico” dichiara l’assessore alla Cultura Giuseppe Carrabino rendendo noto che, il sindaco Giuseppe Di Mare, interpretando il sentire della cittadinanza, ha immediatamente indirizzato una lettera di viva preoccupazione per le sorti del monumento a tutti i soggetti istituzionali coinvolti. Lettera che è stata indirizzata all’ammiraglio Andrea Cottini, comandante Marittimo Sicilia, ad Alessandra Del Verme, direttrice dell’Agenzia del Demanio, al sovrintendente ai beni culturali ed ambientali di Siracusa, Salvatore Savi Martinez, al presidente della Regione, Nello Musumeci e all’assessore regionale ai Beni culturali e all’Identità siciliana, Alberto Samonà.

Una preoccupazione che nel contempo è una specifica presa di posizione affinché si adottino tutte le misure per il recupero di un bene che è patrimonio non solo della città. Il sindaco ha pertanto auspicato “che tutti gli attori istituzionali, a diverso titolo interessati, possano contribuire a soluzioni e prospettive pur nel rispetto degli attuali ruoli e prerogative”. Relativamente al Comune di Augusta, proprio per il legame con la Torre e ciò che rappresenta, il sindaco ha espresso l’interesse a rilevare la struttura una volta che venissero a cessare i motivi militari che oggi ne attribuiscono la gestione della Marina militare. “Se la Marina militare ha comunicato di essersi attivata per apprestare i dovuti interventi – aggiunge l’assessore alla Cultura – l’Agenzia del Demanio, nel dare riscontro alla disponibilità del Comune di Augusta, ha rilevato che la stessa Marina militare ha avviato interlocuzioni con l’Università di Catania e con la direzione regionale Sicilia al fine di rinvenire strategie e linee d’azione per la riqualificazione e rifunzionalizzazione del monumento. Da parte nostra – conclude Carrabino– stiamo lavorando per attenzionare quanto da decenni attende risposta. Sono parecchi i beni monumentali in abbandono con gravi dissesti e urgenze improcrastinabili di intervento. A distanza di un anno abbiamo rispolverato vecchi progetti, avviato interlocuzioni con tutti i soggetti istituzionali. Le critiche sterili non risolvono i problemi. La situazione di Torre Avalos, come quella di numerosi monumenti della città, è una questione che merita tutta la concertazione possibile, non è più possibile attendere poiché ogni giorno che passa potrebbe essere fatale per la definitiva perdita della nostra identità”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com