breaking news

Augusta| Il consigliere comunale Tribulato ritiene urgente ed indispensabile aprire un “dormitorio” pubblico

22 Settembre 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Il consigliere comunale Tribulato ritiene urgente ed indispensabile aprire un “dormitorio” pubblico
Politica
0
Il consigliere di Attiva Mente chiede all’amministrazione comunale di farsi promotrice della convocazione di un tavolo tecnico invitando a partecipare l’Arcidiocesi e le associazioni di volontariato del territorio per poter definire una struttura a dormitorio per persone senza tetto.
biagio-tribulato-consigliere-comunale-attivamente

Biagio Tribulato

“E’ un appello – spiega Biagio Tribulato – che rivolgo all’amministrazione perchè si possa fare portavoce presso un tavolo tecnico con l’arcidiocesi e con le associazioni di volontariato del territorio per poter definire una struttura a dormitorio per persone senza tetto. Oggigiorno ci troviamo ad affrontare casi di indigenza costanti di nostri concittadini che perdono la casa, perdono il lavoro, per non parlare di indigenti e barboni ormai disseminati sul nostro territorio comunale. Avere un punto di appoggio anche solo per dormire e possibilità di cura dell’igiene, sarebbe un segnale forte per il nostro territorio soprattutto in termini di valorizzazione della dignità umana. Negli ultimi mesi si sono verificati dei casi in città di persone che non avevano dove dormire per cui è stato chiesto supporto a strutture di Siracusa e Catania. Non si tratterebbe a mio avviso di un qualcosa di incredibile bensì altamente realizzabile. Credo che possa essere avvalorata l’idea di poter effettuare delle accurate valutazioni su uno dei beni confiscati alla mafia e rientranti nel patrimonio del Comune di Augusta, uno dei quali si è già discusso voglia essere utilizzato per fini  sociali, o addirittura sarebbe opportuno intraprendere un dialogo sul tema non appena si insedierà il nuovo consiglio d’amministrazione dell’Opera Pia Parisi Zuppello per comprendere se fosse possibile determinare una sinergia per un nobile fine quale quello sopradetto. Questa rappresenta una proposta che mi sento di lanciare a questa amministrazione per dare un segnale di concretezza sul territorio, nonchè per rendere meno difficile la vita di chi già vive in difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com