breaking news

Augusta| Il Consiglio comunale dice No al poligono di tiro a Punta Izzo

20 Febbraio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Il Consiglio comunale dice No al poligono di tiro a Punta Izzo
Politica
'
0

Il Consiglio comunale di Augusta chiede all’amministrazione comunale di impegnarsi con urgenza e senza indugio a “predisporre azioni e procedure nei confronti del ministero della Difesa e di Marisicilia, allo scopo di evitare la riattivazione del poligono di tiro di Punta Izzo”.

Il consiglio comunale, ieri sera, ha approvato all’unanimità dei 22 presenti (13 consiglieri della maggioranza e 9 dell’opposizione) la mozione di indirizzo che impegna l’amministrazione comunale a contrastare a livello politico e amministrativo la riattivazione del poligono di tiro. L’approvazione  sia da parte dell’opposizione sia da parte della maggioranza, della mozione, presentata dal consigliere Marco Niciforo,  non ha evitato però il  clima polemico che oramai si instaura sistematicamente in aula durante le sedute tra i 2 schieramenti.

Per la minoranza è assurdo che, per risolvere la questione l’amministrazione comunale non abbia interloquito con il comando di Marisicilia. L’opposizione ha evidenziato anche il fatto che, il M5S non abbia mantenuto la sua maggioranza in Aula e che solo la presenza dei consiglieri di minoranza ha garantito il numero legale necessario per rendere valida la seduta. Il gruppo pentastellato non comprende perché la minoranza cerchi sempre lo scontro anche quando si tratta un tema condiviso.

I consiglieri di AttivaMente Angelo Pasqua e Biagio Tribulato, che siedono tra i banchi dell’opposizione in merito all’argomento votato in aula dichiarano: “riteniamo dopo aver interloquito personalmente con il contrammiraglio Nicola de Felice che non possiamo parlare oggi di un progetto preliminare del 2012 mai diventato esecutivo e che non ha nemmeno copertura economica. Piuttosto si pensi a creare un protocollo d’intesa tra il Comune e la Marina militare per una fruizione sempre più ampia dell’area di Punta Izzo La Marina militare non si è detta mai contraria anzi è disponibile a  una sempre maggiore valorizzazione del sito a favore dei cittadini come d’altronde in questi anni ha dimostrato fattivamente”.

Alla seduta hanno partecipato i rappresentanti del coordinamento Punta Izzo Possibile Gianmarco Catalano, Andrea Tringali, l’avvocato Sebastiano Papandrea e Fabio Morreale di Natura Sicula.  Assente la Marina, mentre l’Arpa ha fatto sapere che la questione esula dalle proprie competenze. Presente in Aula Daniel Amato, rappresentante del comitato misto paritetico della Regione Siciliana, comitato però di cui Amato non faceva parte quando il 15 novembre 2012 è stata data l’approvazione al progetto di riattivazione del poligono di tiro. Daniel Amato riferirà sia al presidente del comitato misto paritetico sia al presidente della Regione quanto discusso dall’Aula.

Il consigliere Niciforo ha auspicato l’apertura di un tavolo di confronto tra le istituzioni coinvolte finalizzato all’apertura alla pubblica fruizione della zona. Il sindaco, Cettina Di Pietro ha ripercorso i passi compiuti dal Comune a sostegno della causa portata avanti dal coordinamento per la smilitarizzazione di Punta Izzo.

Con l’approvazione all’unanimità della mozione d’indirizzo dibattuta ieri sera in Consiglio comunale, l’opposizione al progetto di riattivazione del poligono di Punta Izzo è diventata la volontà ufficiale del massimo organo democratico e rappresentativo dell’intera comunità augustana. Siamo soddisfatti di questo primo importante risultato – dicono i rappresentanti del coordinamento Punta Izzo Possibile –  con l’auspicio che il Consiglio possa deliberare al più presto anche il proprio indirizzo in merito all’obiettivo di dismissione del comprensorio militare, in vista della sua riconversione civile in Parco naturale e culturale. Adesso, alla luce delle dettagliate proposte già avanzate nel nostro dossier conoscitivo consegnato al Consiglio comunale e al sindaco, attendiamo di conoscere quali concrete azioni politiche e amministrative l’Amministrazione Comunale ha intenzione d’intraprendere per fermare il progetto del poligono militare e, di pari passo, rilanciare l’istanza di smilitarizzazione, bonifica e pubblica fruizione di Punta Izzo. Il nostro percorso continua, sia sotto il profilo legale che attraverso l’attivismo politico-culturale. Il risultato di ieri sera rafforza e accredita, anche a livello istituzionale, la nostra istanza per restituire alla collettività un bene paesaggistico che è parte della storia e della memoria civile della comunità di Augusta”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com