breaking news

Augusta| Il M5S dispone di informazioni e documenti: Niciforo chiede provvedimenti

30 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Il M5S dispone di informazioni e documenti: Niciforo chiede provvedimenti
Politica
'
0

Il Movimento 5 Stelle maggioranza di governo dispone delle informazioni e dei documenti depositati in comune per i propri scopi politici mentre ai consiglieri comunali di opposizione viene negato l’accesso al protocollo informatico. E’ quanto sostiene il consigliere comunale, Marco Niciforo che chiede, pertanto, l’intervento  della Prefettura, dell’Autorità nazionale Anticorruzione e dell’assessorato regionale alle Autonomie Locali.

Si tratta, secondo Niciforo, di informazioni e documenti che il Movimento 5 Stelle utilizzerebbe contro l’opposizione e coloro che la pensano diversamente, “per sostenere la strategia del dispetto e dello sgambetto a tutti i costi, dimenticando che con tale comportamento non si fa altro che danneggiare i cittadini. Accade che il documento del 24 gennaio scorso a firma del capogruppo del Movimento 5 Stelle, che prevedeva la richiesta di l’inserimento all’ordine del giorno del Consiglio comunale della riattivazione del poligono di tiro di Punta Izzo, è stato palesemente redatto copiando forma, sequenza, contenuti e in alcuni casi intere frasi della mozione di pari oggetto che ho presentato il 21 gennaio. Nessuno ha mai richiesto un accesso agli atti e pertanto nessuno può avere copia cartacea della mozione precedentemente consegnata. Mozione evidentemente scritta bene, visto che il Movimento 5 Stelle l’ha utilizzata per redigere la propria proposta”.

Pertanto il 29 gennaio il consigliere Niciforo ha protocollato in Comune una richiesta di indagine per chiedere: di accertare in che modo il capogruppo Roberto Casuccio è entrato in possesso della mia mozione;  se il protocollo informatico del comune di Augusta è adeguatamente protetto e se, allo stato attuale, si ritiene possibile l’accesso da parte di soggetti esterni non autorizzati;  di modificare, in via cautelativa, le password necessarie per gli accessi al protocollo informatico e di eventuali altri servizi telematici;  di attivarsi presso le autorità competenti per accertare eventuali responsabilità per condotte illecite esercitate a danno dell’ente.

“E’ arrivato il momento – conclude Marco Niciforo – che i graduati della maggioranza al comando della flotta si facciano da parte, perché questi trenta mesi hanno certificato il loro fallimento politico e la loro inadeguatezza al ruolo. Di queste persone si ricorderanno solo la capacità di alzare muri e creare ostacoli anche a chi tenta di proporre soluzioni per risolvere i problemi importanti della città.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com