breaking news

Augusta| Il Megara cede in casa al Paternò (0-1)

26 Novembre 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Il Megara cede in casa al Paternò (0-1)
Sport
'
0

Sconfitta amara per i neroverdi beffati nel finale e che avrebbero meritato almeno il pari. Sulla maglie del Megara un nastro rosso per dire no alla violenza di genere.

output_l2vs8d

Passo falso interno del Megara che cede nel finale al Real Paternò. La rete della vittoria per la formazione ospite al minuto 87’ grazie ad un tiro all’incrocio dei pali di Barbagallo che appostato in area non da scampo all’incolpevole Pincio. Il risultato di parità avrebbe forse meglio rispecchiato l’andamento dell’incontro che è stato tutto sommato equilibrato. Dopo un primo tempo di marca neroverde, nella ripresa invece alla distanza sono venuti fuori gli etnei che hanno avuto il merito di crederci sino in fondo nonostante l’inferiorità numerica. La cronaca del primo tempo si apre al 10’ con una occasione sprecata sugli sviluppi di un calcio d’angolo da Dombia che da pochi passi tira alto. Al 15’ la risposta dei rossoblù ospiti con Nicotra che impegna Pincio. Al 32’ tapin sotto porta di Miraglia che manda clamorosamente alto. Al 40’ ancora occasione da rete per i neroverdi sempre con Miraglia che di testa tocca debolmente e Cosentino para agevolmente. Nella ripresa il Megara cerca la via della rete ma solo raramente crea problemi all’attenta retroguardia ospite. L’azione più pericolosa per la squadra di Migneco al 75’ tiro cross dalla destra di Miraglia interviene Di Mauro in anticipo sul diretto avversario, tocco debole del pallone che attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessun neroverde sia in grado di intervenire. Ospiti in 10 all’81’ viene espulso per doppio giallo Lauria. Poco dopo la rete che decide il risultato di Barbagallo. All’89’ si ristabilisce la parità numerica in campo con l’espulsione per doppia ammonizione di Carpinteri.

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 43

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *