breaking news

Augusta| Imprenditore di onoranze funebri presenta un esposto alla Procura per presunte irregolarità relative al servizio funebre dei migranti.

12 Ottobre 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Imprenditore di onoranze funebri presenta un esposto alla Procura per presunte irregolarità relative al servizio funebre dei migranti.
Cronaca
'
0

Concetto Cacciaguerra ha sporto una denuncia querela indirizzata al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, ravvisando irregolarità nel servizio prestato dalla ditta vincitrice del bando di gara pubblico espletato dal Comune di Augusta e per omesso controllo da parte delle autorità preposte. Il sindaco Di Pietro “Sarà mia cura far verificare agli uffici comunali quanto denunciato e relazionare sugli esiti del controllo, alla prefettura di Siracusa”.

Secondo l’imprenditore augustano che ha mostrato in una conferenza stampa appositamente convocata, delle foto che documenterebbero la situazione, per i cadaveri dei migranti che giungono per essere tumulati nello scalo megarese, sarebbero state usate casse non conformi alla normativa vigente. Infatti secondo quanto denunciato da Cacciaguerra il servizio funebre si sarebbe svolto utilizzando casse composte di solo legno truciolato privo di coperture in zinco così come previsto dalla legge. “La condotta della ditta incaricata del servizio – secondo Cacciaguerra – sarebbe stata resa possibile dalla omessa vigilanza dell’Asp e delle autorità competenti sul luogo dello sbarco e tutto ciò nel totale disinteresse dell’amministrazione comunale che nonostante tali servizi siano stati resi in difformità a quanto richiesto dal bando di gara, ha provveduto a retribuire la ditta che ha operato”. Sempre secondo l’imprenditore augustano che aveva partecipato al bando di gara espletato dal Comune i fatti accaduti e denunciati avrebbero “un notevole rilievo sulla salute pubblica e vi sarebbe la necessità di mettere in sicurezza tutti quei feretri negligentemente seppelliti”. In merito alla vicenda abbiamo sentito il Sindaco Cettina Di Pietro che ha dichiarato:”Lo scorso anno è stata fatta regolare manifestazione di interesse, alla quale ha partecipato anche il denunciante ma non si è aggiudicato il servizio.Il denunciante era colui che prima della gara, e per quanto mi consta, senza nessun affidamento ad evidenza pubblica, svolgeva il servizio. Allo stato attuale la manifestazione di interesse è stata fatta dal IV settore, mentre la ditta viene incaricata dal settimo settore quando al porto commerciale di Augusta sbarcano delle salme di immigrati. Le spese sono anticipate dal comune e poi rimborsate dalla prefettura. In buona sostanza si tratta di attività svolta per il ministero. Allo stato non ho elementi per argomentare su quanto denunciato dal titolare delle pompe funebri, se non che non si comprende come lo stesso sia a conoscenza delle modalità utilizzate dalla ditta incaricata visto che le salme vengono sistematicamente trasportate, per la sepoltura, in altri cimiteri. Sarà comunque mia cura – ha concluso il capo dell’amministrazione comunale – far verificare agli uffici comunali quanto denunciato e relazionare sugli esiti del controllo, alla prefettura di Siracusa”.

[embed_video id=101903]

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com