breaking news

Augusta | In città 116 casi: si rischia la zona rossa

Augusta | In città 116 casi: si rischia la zona rossa
Sanità
'
0

Sono 116 i casi di Covid registrati oggi ad Augusta: 6 in più di ieri, 23 in più di sabato, 52 in più di martedì. “Così rischiamo di entrare in zona rossa- dice il sindaco Giuseppe Di Mare – certi comportamenti sono intollerabili”. Attivato il Coc.

Augusta rischia la zona rossa. Lo ha detto il sindaco Di Mare preoccupato per l’impennata dei casi: oggi 116, ieri 110, sabato 93 e martedì 64. Un notevole incremento che rischia di sottoporre la città alla misure più restrittive da qui a breve se il dato non cala. “Situazione difficile – ha detto il sindaco in un video pubblicato su Facebook – probabilmente qualcuno pensava qualche settimana fa che il virus fosse stato sconfitto e che fossimo usciti da questo anno di sacrifici, purtroppo non è così. Chi pensava questo probabilmente non aveva capito bene che nemico stiamo combattendo e allora nelle ultime settimane sono accadute delle situazioni pericolose. In giro ci sono troppe situazioni che non possono essere tollerate. Bisogna capire che di Covid ancora oggi si può morire. Ci sono dei cluster nelle scuole, delle classi in isolamento, la situazione è monitorata costantemente anche con i dirigenti scolastici che ringrazio per il grande lavoro che stanno svolgendo”.

Il sindaco ha attivato il Coc (centro operativo comunale) per mettere in campo anche la Protezione civile. “L’uscita dal tunnel è la vaccinazione – sottolinea il primo cittadino – alla quale mi sottoporrò quando sarà il mio turno. Dobbiamo dare priorità alle fasce più deboli”.  Ma sono anche i comportamenti responsabili a contenere il contagio soprattutto perché questa variante del virus si diffonde di più tra la popolazione. Quindi ripartiranno i controlli della protezione civile, inviterò ad incrementare anche quelli delle forze dell’ordine, genitori, che già fanno un notevole lavoro. Genitori, figli, nonni dobbiamo fare questo altro sacrificio, si comincia a intravedere una piccola luce in fondo al tunnel e noi vanifichiamo tutto”. Intanto nel reparto Covid del Muscatello ci sono pochi ricoverati, ma non è una notizia che deve tranquillizzare perché i malati di Covid che necessitano di cure ospedaliere potrebbero aumentare da un momento all’altro.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *