breaking news

Augusta| Interrogazione parlamentare sull’inquinamento ambientale

Augusta| Interrogazione parlamentare sull’inquinamento ambientale
Politica
'
0

A presentarla i deputati del gruppo “Possibile” e “Alternativa Libera”.

In data 29 marzo scorso è stata presentata un’interrogazione parlamentare con destinatario il “ministero dell’Ambiente della tutela del territorio e del mare” riguardante l’inquinamento ambientale nella zona di Augusta. L’interrogazione vede come cofirmatari tutti i deputati del gruppo “Possibile” e “Alternativa Libera”: Andrea Maestri in qualità di primo firmatario, Marco Baldassarre, Eleonora Bechis, Beatrice Brignone, Giuseppe Civati, Toni Matarrelli, Luca Pastorino, Samuele Segoni, Tancredi Turco, Massimo Artini.  I proponenti chiedono di sapere se il Governo intende “provvedere, urgentemente, a dare attuazione con soluzioni efficaci e definitive, alla bonifica del sito di interesse nazionale tra Siracusa e Augusta, rispondendo così alle richieste della popolazione siciliana del luogo, che con il suo lavoro, per 60 anni, ha sacrificato salute, ambiente e futuro, per lo sviluppo industriale dell’intera nazione”.  Il documento, ripercorre tutte le principali tappe dell’industrializzazione locale, a partire dal 1949 quando è stata realizzata la Rasiom, e i successivi insediamenti Liquichimica (Sasol), Cogema, Eternit, Sicilfusti, Edison, Sincat, Celene, Icam, Enel ed Isab, con relative criticità come quelli evidenziati dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) i cui dati evidenziano un notevole aumento della mortalità per cause tumorali nonché seri problemi di malformazioni neonatali.  Ampio risalto viene data all’attualità come la costruzione della piattaforma polifunzionale Oikothen, le bonifiche mai avvenute, i 13 fascicoli sull’inquinamento aperti nell’ottobre 2014 nonché le battaglie che Don Palmiro Prisutto ha intrapreso negli anni, tra cui la messa mensile dedicata ai cittadini uccisi dal cancro.

A presentarla i deputati del gruppo “Possibile” e “Alternativa Libera.

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *