breaking news

Augusta| La festa di San Domenico senza giostre.

Augusta| La festa di San Domenico senza giostre.
Attualità
1

Gli esercenti dello spettacolo viaggiante (giostrai) hanno rinunciato a montare le attrazioni in piazza Unità d’Italia, nuova area assegnata loro dal Comune, da essi ritenuta non idonea. Il sindaco Di Pietro: “è l’unica disponibile”.

Coloro che per i festeggiamenti in onore del santo patrono aspettavano le giostre rimarranno delusi. Quest’anno il luna park non sarà allestito più in piazza Fontana, perché l’area rientra nel Sin (Sito di interesse nazionale). L’amministrazione comunale ha assegnato, a tale scopo, la piazza Unità d’Italia, ma gli esercenti dello spettacolo viaggiante la ritengono “inadeguata al completamento del luna park”. Lamentano di essere stati informati con notevole ritardo del cambiamento di zona e ieri, dopo aver appreso solo il giorno precedente la “brutta notizia”, si sono ritrovati nella sede del comando di Polizia municipale, davanti al cui ingresso hanno stazionato per decidere il da farsi.

Hanno scelto di non montare le giostre e di costituirsi, temporaneamente in comitato per avanzare alcune richieste al Comune. Innanzitutto tramite il loro legale, l’avvocato Vincenzo Pera hanno chiesto un incontro agli organi competenti aperto alla partecipazione dei sindacati di categoria. La richiesta è contenuta in una nota indirizzata al sindaco Cettina Di Pietro e al comando dei Vigili urbani. “Ci scusiamo con i cittadini che quest’anno in occasione dei festeggiamenti patronali non potranno godere del divertimento che la presenza delle giostre avrebbe dato loro – dice Daniele Tofaro – ma siamo stati costretti a rinunciare all’area che ci è stata assegnata perché le dimensioni della maggior parte delle attrazioni ingombrano”.

Nel documento, firmato da 22 giostrai, viene spiegato che la presenza del luna park in piazza Unità d’Italia non garantirebbe le vie di fuga e il passaggio dei mezzi di soccorso. I giostrai chiedono sin da ora, nel caso in cui il Comune dovesse individuare aree private, di concederne l’assegnazione a tutti gli esercenti dello spettacolo viaggiante che hanno montato abitualmente le attrazioni in occasione della festa di San Domenico e: “per gli anni a venire – si legge nella nota – la invitiamo a convocarci almeno 30 giorni prima per evitare simili inconvenienti”.

Il sindaco Cettina Di Pietro fa sapere che, alcuni mesi fa il Comune ha ricevuto indicazioni da parte del commissario per le bonifiche delle discariche abusive, Giuseppe Vadalà riguardo al divieto da apporre nel piazzale Fontana. “Il sito proprio perché è inquinato rientra nel Sin” dichiara il sindaco, puntualizzando che fa parte del Sito di interesse nazionale, essendo contaminato nel sottosuolo da cenere di pirite, dal 2000, ma che solo di recente il Comune è stato invitato a interdire il piazzale a questo tipo di manifestazioni. Il primo cittadino precisa che l’amministrazione comunale e il comando dei vigili urbani hanno individuato piazza Unità d’Italia come l’unica idonea ad accogliere le giostre, in quanto non ci sono sul territorio altre zone in cui poter autorizzare l’installazione delle attrazioni.

 

One Comment

  1. Antonella Russo says:

    Ma far sistemare la villa no eh? Perché loro hanno sempre montato li non ha senso far montare le giostre qui in zona borgata se la festa e al Centro Storico!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com