breaking news

Augusta| La Marina militare paga i pulizieri sostituendosi alla ditta inadempiente

19 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| La Marina militare paga i pulizieri sostituendosi alla ditta inadempiente
Sindacale
'
1

La Filcams Cgil di Siracusa di concerto con il commissariato della Marina militare di Augusta e con il fattivo ruolo del contrammiraglio Nicola De Felice, segna un precedente nell’ambito della politica degli appalti della pubblica amministrazione. La Marina militare infatti, si sostituisce in surroga alle inadempienze della ditta La Luminosa aggiudicataria dell’appalto delle pulizie del Comando marittimo Sicilia, pagando direttamente i lavoratori dell’appalto della regione Sicilia, che ad oggi reclamano il pagamento dello stipendio del mese di dicembre.

Il  sindacato aveva avuto modo di esternare le proprie perplessità nel merito della gara “ al massimo ribasso” indetta dalla Marina militare, che ha aggiudicato a La Luminosa con un ribasso del -37,68 %, chiedendo l’annullamento della gara in regime di autotutela, e l’indizione della gara secondo i canoni del Decreto legislativo numero 50 del 18 aprile 2016, valutando l’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, richiesta rimasta inevasa.

“Seppur critici rispetto alle modalità di indizione della gara per l’appalto del servizio di pulizia delle aree e dei locali di comandi/enti della giurisdizione di Marisicilia – dichiara il segretario della Filcams Cgil, Stefano Gugliotta –  non possiamo non dare atto della responsabilità che Marisicilia ha assunto accogliendo la richiesta del nostro sindacato di intervenire in surroga e provvedere direttamente al pagamento delle spettanze ai lavoratori dell’appalto. Non possiamo, però, contestualmente non chiedere al Comando marittimo Sicilia, precise assicurazioni sull’andamento della commessa, in quanto, con l’approssimarsi della maturazione delle spettanze economiche del mese di gennaio, si deve intervenire energicamente per assicurare ai lavoratori il pagamento del salario secondo i canoni inderogabili del contratto nazionale del lavoro.  Il personale che opera ogni giorno va retribuito con regolarità e l’Ente committente deve garantire la capacità dell’appaltatore di adempiere agli obblighi contrattuali.  La Filcams Cgil – conclude Gugliotta  continuerà a vigilare, e in presenza di ulteriori problemi dell’appalto, non esiterà a proclamare lo sciopero dei lavoratori”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com