breaking news

Augusta | La palestra della cittadella sarà demolita

4 Novembre 2021 | by Redazione Webmarte
Augusta | La palestra della cittadella sarà demolita
Attualità
'
0

Da anni è inagibile e transennata la palestra del liceo Megara, che si trova all’interno della cittadella degli studi. L’amministrazione comunale ha deciso di demolire la fatiscente struttura. Lo farà con parte dei fondi relativi al 2018, che la Regione ha assegnato ad Augusta, in quanto città interessata dal fenomeno dell’immigrazione. Lascerà spazio ad un’area aperta per la pratica dell’attività sportiva.

La fatiscente palestra del Liceo Megara, che si trova all’interno della cittadella degli studi di via Strazzulla, sarà demolita. Lascerà il posto ad un ampio spazio aperto per la pratica di attività sportiva, Per l’abbattimento della struttura e la riqualificazione dell’area, l’importo stimato è pari a 200 mila euro. L’intervento sarà finanziato con parte dei fondi regionali relativi al 2018 che il governo siciliano ha assegnato ad Augusta (in quanto Comune investito dal fenomeno dell’immigrazione). Si tratta di fondi recuperati dall’attuale amministrazione comunale, destinati a promuovere azioni positive ed inclusive e interventi di riqualificazione e recupero delle aree o dei siti più degradati. “L’intervento – spiega il sindaco Giuseppe Di Mare – consiste nell’abbattimento di uno scheletro di edificio pubblico del tutto irrecuperabile, sito in un’area particolarmente sensibile per l’alta frequenza di giovanissimi. L’abbattimento consentirà di recuperare alla pubblica fruizione uno spazio importante che verrà riconvertito per attività sportiva all’aperto”.

La palestra che si trova all’interno della cittadella degli studi di via Strazzulla è vicina due plessi del Liceo Megara, diretto da Renato Santoro, ed è di proprietà comunale ma essendo destinato a una scuola superiore si sono sovrapposte spesso le competenze tra l’Ente locale di Augusta del Libero consorzio di Siracusa. Su questo edificio una delibera di Consiglio comunale degli anni passati prevedeva una convenzione tra il Comune e l’allora Provincia. Quest’ultima si era impegnata a realizzare una nuova struttura. L’iter non è stato portato mai avanti; il Comune ha sollecitato più volte l’intervento, ma il tutto si è tradotto in un nulla di fatto.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *