breaking news

Augusta | La piscina sarà presto demolita, l’apertura del cantiere è prevista per la fine del mese

Augusta | La piscina sarà presto demolita, l’apertura del cantiere è prevista per la fine del mese
Attualità
'
0

Non mancherebbe molto all’avvio degli interventi di demolizione della piscina comunale “Gigi Turchio” e di allargamento dell’attigua strada. L’assessore ai Lavori pubblici Angelo Pasqua rende noto che a fine mese sarà allestito il cantiere. Sta per volgere a soluzione anche il problema relativo alla presenza di una cabina dell’Enel che va spostata e che ha ritardato la consegna dei lavori alla ditta aggiudicataria inizialmente prevista per lo scorso novembre.

Resta immersa nel degrado, la piscina comunale “Gigi Turchio” destinata alla demolizione che non si è finora potuta concretizzare per una serie di intoppi, ma la strada sembrerebbe ora spianata e la struttura sarà a breve sollevata dallo stato di abbandono in cui versa da anni. E’ infatti stato programmato per la fine del mese l’allestimento del cantiere propedeutico all’avvio degli interventi che, oltre all’abbattimento della struttura, prevedono l’allargamento dell’imboccatura del vicinissimo viadotto Federico II di Svevia. “Alla fine di questo mese apriremo il cantiere per la demolizione di questo vero “obbrobrio” che deturpa la bellezza della nostra città da troppo tempo” dichiara l’assessore ai Lavori pubblici, Angelo Pasqua che, nei giorni scorsi, ha effettuato un sopralluogo insieme alla ditta aggiudicataria dell’intervento, all’assessore all’Urbanistica Giuseppe Tedesco, al responsabile del settore nonché rup Massimo Sulano e al servizio di viabilità, per definire modalità di realizzazione del progetto che prevede anche l’allargamento della strada attigua.

 “Stiamo avviando la procedura per l’acquisto della nuova cabina e dopo averla posizionata nell’area indicata e condivisa, l’Enel procederà alla sistemazione del nuovo impianto e successivamente procederemo alla demolizione della cabina” riferisce il rup Massimo Sulano sottolineando che giorno 30 dovranno partire i lavori, di abbattimento del fatiscente ex impianto sportivo e di allargamento dell’imboccatura del viadotto Federico II di Svevia, con l’allestimento in primis del cantiere. Si presume, dunque, che il problema relativo alla cabina elettrica venga risolto in poche settimane Per il gruppo Misto questa è un’ opera di grande importanza: “perché finalmente prende forma una zona della Città che vessava da troppo tempo in stato di incuria e abbandono. Grazie all’ attività attenta del Settore Lavori pubblici e alla programmazione voluta dal nostro sindaco Giuseppe Di Mare si continua l’ apertura di cantieri per dare riposte concrete ai cittadini. Saranno oggetto di attenzione a breve per un’ adeguata valorizzazione degli impianti sportivi i lavori di ristrutturazione al Palajonio e progettare un sito adeguato per la creazione di una piscina comunale” dichiarano il vice presidente del Consiglio comunale, Biagio Tribulato e i consiglieri comunali Margaret Amara e Giuseppe Montalto. La consegna alla Ing.Due Srl” con sede ad Agrigento, vincitrice dell’appalto (che ha offerto un ribasso del 35,489%, per l’importo di 778.158,17, oltre Iva) era prevista per il mese novembre, ma la presenza di una cabina dell’Enel ha prorogato l’avvio dell’allestimento del cantiere.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *