breaking news

Augusta | La polizia penitenziaria ha voglia di riscattarsi. “Con questa dirigenza si può” dice il Sappe

16 Ottobre 2021 | by Redazione Webmarte
Augusta | La polizia penitenziaria ha voglia di riscattarsi. “Con questa dirigenza si può” dice il Sappe
Sindacale
'
0

La polizia penitenziaria ha voglia di riscatto soprattutto dopo i fatti dello scorso aprile che hanno visto l’introduzione in carcere di droga e micro cellulari con la complicità di un agente. Lo dice il Sappe in seguito agli episodi dei giorni scorsi che hanno visto il personale che opera nel carcere rinvenire hashish che familiari di detenuti tentavano di introdurre nella casa di reclusione di contrada Piano Ippolito.

“Ogni giorno la polizia penitenziaria di Augusta con una grossa voglia di riscatto porta avanti una battaglia silenziosa per evitare che dentro la casa di reclusione non si diffonda uno spaccio sempre più capillare e drammatico di droga, considerato anche l’alto numero di tossicodipendenti tra i detenuti”. E’ quanto sottolinea il Sappe in seguito al tentativo di introduzione, nel penitenziario, di hashish da parte di familiari di detenuti. Voglia di riscatto soprattutto dopo i fatti dello scorso aprile, che hanno visto l’introduzione in carcere di droga e micro cellulari con la complicità di un agente. Il riscatto viene offerto dal Comando di Augusta con una capillare attività di intelligence svolta nel tempo che ha portato, nei giorni scorsi, all’arresto di una donna che tentava di introdurre in carcere 635 grammi di hashish e alla denuncia di un uomo che nel recarsi in visita da un suo familiare recluso portava con sé nascosta negli indumenti 4,37 grammi della stessa sostanza stupefacente.

La donna che portava la droga nella sua borsa, dopo l’arresto è stata condotta dalla polizia penitenziaria di Augusta nel carcere di Catania Piazza Lanza. “Questi ennesimi rinvenimenti di  droga destinati a detenuti, scoperti e sequestrati in tempo dall’alto livello di professionalità e attenzione dei Baschi Azzurri di Augusta, capitanati da due uomini all’altezza del ruolo, a cui vanno le nostre attestazioni di stima e apprezzamento – dichiara il segretario provinciale del Sappe, Salvatore Gagliani –  evidenzia una volta di più come sia reale e costante il serio pericolo che vi sia chi tenti di introdurre illecitamente sostanze stupefacenti in carcere.  Questo fa comprendere come l’attività di intelligence condotta dal Comando e di controllo del carcere da parte della penitenziaria che è presente, sia fondamentale per ridare dignità lavorativa alla casa di reclusione di Augusta e deve convincere sempre più sull’importanza da dedicare all’aggiornamento professionale dei poliziotti penitenziari, come ad esempio le attività finalizzate a prevenire i tentativi di introduzione di droga in carcere, proprio in materia di contrasto all’uso ed al commercio di stupefacenti”.

Come evidenzia il segretario provinciale del Sappe le criticità del carcere di Augusta stanno anche nel sistema della vigilanza dinamica e nel regime penitenziario ‘aperto’ a favore dei detenuti, che fanno venir meno i controlli. “Il dato oggettivo che emerge da questa operazione di polizia – aggiunge Gagliani – è che occorre essere diretti e coadiuvati da due dirigenti di polizia penitenziaria, come Dario Maugeri e Guido Maiorana e dalla direttrice del carcere Angela Lantieri, tutte figure operative e essenziali affinché il sistema carceri funzioni. Come dimostra il rinvenimento di droga del 13 ottobre – aggiunge il sindacalista – oggi Augusta è in rinascita con la sua dirigenza con condizioni operative mutate solo con l’arrivo di personale prima della manifestazione del 1 settembre scorso a cui non abbiamo partecipato e che non condividiamo, visto che venire a lavorare è l’unica soluzione che ha dato serenità. Questa – conclude Salvatore Gagliani – è la polizia penitenziaria onesta e che con il suo altro senso del dovere e di abnegazione assicura legalità nelle patrie galere”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com