breaking news

Augusta| La voce di Andrea Tich culla tutti i “bambini nel vento” -Video

28 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| La voce di Andrea Tich culla tutti i “bambini nel vento”<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Cultura
2

Nebbia, polvere, filo spinato. E ancora polvere. Quando si ode una nenia, una ninna nanna per chi non c’è piu. L’ultimo giro di carillon per tutti quei bambini mai cresciuti.  E poco importa se il luogo orribile sia “Auschwitz” o il Mar Mediterraneo o se un camino o  le onde ad inghiottire chi ha cercato aiuto.

“Son morto che ero bambino, son morto con altri cento… passato per un camino ed ora sono nel vento”. E’ la versione di Andrea Tich, di origini augustane, della famosa ballad struggente scritta dal poeta Francesco Guccini, in segno di solidarietà per tutte quelle povere anime morte nei campi di concentramento. Come può arrivare a tanto la crudeltà umana? Una domanda che affiora con immutata angoscia nel Giorno della Memoria.

“Nel 1966 acquistai “Bang Bang”, un 45 giri del gruppo Equipe 84 – racconta Andrea Tich –  sul retro c’era la canzone “Auschwitz”. Nonostante la mia età, rimasi sconcertato ascoltandola, anche perchè mio padre mi raccontò la sua esperienza e la grande sofferenza che patì in uno di questi campi in Germania… lui riuscì a tornare a casa. Questa mia versione è un pensiero di solidarietà per le povere anime di sempre”.

“Auschwitz” è un brano musicale scritto da Francesco Guccini, ma accreditato a Lunero e Maurizio Vandelli in quanto l’autore non era iscritto alla Siae. La canzone uscì come singolo nel settembre del 1966 dall’Equipe nel singolo “Bang bang/Auscwhitz”. L’anno successivo la canzone fu registrata da Francesco Guccini ed inserita nella raccolta Folke Beat 1 con il titolo “La canzone del bambino nel vento (Auschwitz): “Io non credo che l’Uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare e che il vento mai si poserà – canta – Ancora tuona il cannone, ancora non è contento. Saremo sempre a milioni, in polvere, qui, nel vento”.

2 Comments

  1. Tony Mione says:

    Sono Tony Mione di “Equipe 84-La Storia” cantante/Chitarrista dell’attuale Band scritturato tra le righe storiche di “Equipe 84” dal Leader Franco Ceccarelli.
    Ho ascoltato questa versione di Andrea Tich è devo dire che è molto sonorizzata e musicale con molta maestrìa…
    Anche la nostra versione nell’ultimo progetto “Eufonia Equipe” è stata riarrangiata e riprodotta in live studio ed è molto bella, comunque sia la canzone del bambino nel vento è la poetica delle parole che in ogni versione prende al cuore e anima di ognuno di noi.

  2. Andrea says:

    Grazie. È con la tristezza che ho voluto dedicare questa canzone a tutti coloro che hanno sofferto nel passato che soffrono nel presente e che soffriranno nel futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com