breaking news

Augusta | L’amministrazione comunale sollecita il ministero a non far cessare il servizio di assistenza sanitaria marittima

Augusta | L’amministrazione comunale sollecita il ministero a non far cessare il servizio di assistenza sanitaria marittima
Politica
'
0

Investiti da Assoporto e Unionports del problema, che riguarda l’oramai imminente cessazione del servizio di assistenza sanitaria marittima al porto di Augusta dal 5 luglio, il sindaco Giuseppe Di Mare e l’assessore alle Politiche portuali Tania Patania scrivono al ministero della Salute, all’assessorato regionale alla Sanità e alle Asp di Siracusa e Catania.

Il sindaco Giuseppe Di Mare e l’assessore alle Politiche portuali, Tania Patania, danno immediato riscontro all’accorata richiesta avanzata dalle associazioni portuali Assoporto e Unionports, attraverso l’invio tempestivo di una nota avente per oggetto “cessazione servizio di assistenza sanitaria marittima porto di Augusta dal 5 luglio” destinata al ministero della Sanità, all’assessorato regionale alla Sanità, alle Asp di Siracusa e Catania, al comando generale delle Capitanerie di porto, alla Direzione Marittima di Catania ed alla Capitaneria di Porto di Augusta. L’amministrazione comunale invitano istituzioni ed enti preposti ad intraprendere, considerata la particolare rilevanza sociale, economica e sanitaria della questione, ogni opportuna azione volta ad evitare la cessazione del servizio  del di assistenza sanitaria marittima nel porto di Augusta, manifestando la più ampia disponibilità ad individuare soluzioni anche di carattere operativo per garantire la continuità dell’importante servizio.

Nella nota l’amministrazione comunale sottolinea di essere stata investita del problema dalle organizzazioni datoriali e sindacali rappresentative degli operatori e lavoratori portuali. Organizzazioni che hanno provveduto a sottolineare gli effetti rischiosi di tale cessazione, tenuto conto che l’importante servizio di assistenza sanitaria riguarda circa mille lavoratori locali ed oltre mille marittimi che transitano nel porto di Augusta. Appare superfluo evidenziare – si legge nella nota – come sia, quantomeno, necessario scongiurare un tale esito, che renderebbe gravosa la prescritta attività di prevenzione sanitaria (fondamentale sia per l’igiene pubblica che per la sicurezza della navigazione) e, per altro verso, creerebbe non pochi problemi ai traffici portuali nello scalo megarese, scoraggiando vettori ed armatori a far scalare le proprie navi in un porto privo del  servizio.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com