breaking news

Augusta| L’assessore Canto al consigliere Triberio: “inaccettabili affermazioni su vicenda precari”

Augusta| L’assessore Canto al consigliere Triberio: “inaccettabili affermazioni su vicenda precari”
Politica
'
0

Restano accesi i toni tra l’opposizione e l’amministrazione comunale sulla vicenda precari. L’assessore al Bilancio, Giuseppe Canto risponde al consigliere comunale di Liberi e Uguali, Giancarlo Triberio, ritenendo inaccettabili le dichiarazioni esternate da quest’ultimo in merito alla proroga del contratto degli 84 dipendenti comunali a tempo determinato e, pertanto, lo invita a dimettersi.

Canto e Triberio

“Nonostante abbia più volte manifestato il desiderio di rimanere al di fuori della disputa politica – dice Canto –  mi vedo costretto, per l’ennesima volta, a rispondere all’opposizione consiliare, e in particolare al consigliere Triberio, che mi chiama direttamente in causa nel suo ultimo comunicato quando parla di precari ed emolumenti percepiti dall’amministrazione Di Pietro”. L’assessore al Bilancio si chiede: “come può un uomo, che rappresenta una parte della cittadinanza del Comune di Augusta, fare delle affermazioni così strumentali e irrispettose della dignità di 84 famiglie che attendono, con grande ansia, l’evoluzione di una vicenda legata al mantenimento del posto di lavoro”.

 

Veramente pur di avversare una parte politica si arriva ad affermare che chi attualmente amministra vuole mandare a casa più di un terzo della propria forza lavoro? Omettendo, tra l’altro, di ricordare a tutti che tale situazione nasce dalle nefandezze amministrative perpetrate da chi politicamente lui stesso attualmente rappresenta. Una sola cosa mi viene da dire al consigliere Triberio: anziché farsi scrivere il compitino da qualcuno, studi attentamente quello di cui parla e si vergogni di innescare inaccettabili polemiche su questioni così delicate che riguardano uomini e donne che quotidianamente combattono per dare dignità alle loro famiglie.

Ancora, con grande forza – continua Canto – invito il consigliere Triberio a dimettersi perché continua a palesare tutti i suoi vistosissimi limiti affermando che “l’Amministrazione percepisce i propri emolumenti senza la decurtazione del 30%”, motivo per cui, a suo dire, possono essere predisposti atti anche illegittimi, o al limite della legittimità, tanto, qualora condannata dagli organi di controllo, l’amministrazione è nelle condizioni di poter pagare i danni causati. A tal proposito va detto che l’amministrazione ha già risposto in Consiglio comunale ai dubbi dello stesso consigliere e dell’opposizione tutta. Peraltro, nessun attuale amministratore deve dar conto di come utilizza quanto percepisce in applicazione della legge. Infine – conclude l’assessore al Bilancio voglio rimuovere un piccolissimo sassolino personale alle illazioni a me  riferite che sono stato definito “il sedicente assessore tecnico”, vada a leggere i curriculum vitae di chi scrive il consigliere Triberio ….parla da solo”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com